Come comprare casa all’asta e sottoscrivere un mutuo ad hoc

Un modo conveniente per comprare casa è partecipare ad un’asta giudiziaria e sfruttare un mutuo dedicato offerto dalla propria banca.

Se vogliamo comprare una casa con un finanziamento, per risparmiare possiamo scegliere tra le varie offerte presenti sul mercato per esempio informandosi sui mutui on line più convenienti. Il web, infatti, può essere un valido alleato per trovare la soluzione più adatta alle nostre esigenze. Un’altra possibilità di risparmiare, però, è quella di partecipare ad un’asta giudiziaria per comprare casa. Secondo gli esperti del settore, con questa modalità di acquisto è possibile spendere anche il 20% in meno rispetto al solito.

Ma come funzionano le aste giudiziarie per comprare casa e c’è da fidarsi? Se vogliamo partecipare ad un’asta per comprare casa è sicuramente bene informarsi attentamente sulla normativa e per stare sicuri visionare l’ordinanza del giudice e l’avviso di vendita. Per trovare il mutuo più vantaggioso, invece, il consiglio è quello di confrontare l’offerta di Mutuo Arancio con quella di Cariparma, Barclays o delle altre banche sul mercato. Solo così si potrà avere un finanziamento conveniente.

Come detto, il web può aiutare a trovare gli annunci di aste giudiziarie per comprare casa e, sempre tramite internet, è possibile trovare con facilità documenti informativi, foto della casa, planimetrie e perizie degli immobili. È bene conoscere, però, anche le varie modalità di acquisto casa all’asta: ad oggi la soluzione preferita è quella di asta con vendita senza incanto, ovvero tramite offerte in busta chiusa, ma è possibile anche partecipare ad aste con offerte a rilancio a voce alta.

Come fare un’offerta in busta chiusa? È una domanda legittima ed è utile sapere che bisogna rispettare una procedura molto precisa. Per inoltrare la propria offerta occorre presentarsi alla cancelleria del tribunale assegnato, specificando il proprio nominativo con tutte le generalità, i propri recapiti, le indicazioni patrimoniali e le modalità di pagamento che proponiamo. In alternativa è anche possibile affidarsi a un professionista (ad esempio un notaio) delegato dal giudice.

Per concludere la procedura di offerta in busta chiusa, inoltre, bisognerà depositare una cauzione equivalente a un decimo della cifra proposta. Per questa operazione si può tranquillamente utilizzare un assegno circolare non trasferibile che, in caso di mancata aggiudicazione dell’asta, verrà restituito. Se partecipiamo a una vendita con incanto, invece, con l’offerta più alta ci aggiudicheremo l’immobile, ma altri acquirenti avranno la possibilità, entro 10 giorni, di alzare ulteriormente l’offerta per almeno un quinto del prezzo.

Veniamo ora ai mutui dedicati a chi compra casa all’asta. L’Abi (ovvero l’Associazione bancaria italiana) ha promosso diverse convenzioni con molti istituti di credito per agevolare l’accesso a questi strumenti di investimento. I mutui per le aste giudiziarie hanno condizioni generalmente migliori rispetto a quelli tradizionali, proprio per aprire il mercato delle aste giudiziarie a tutti i privati. Fino a non molto tempo fa, infatti, questo era terreno preda quasi soltanto di speculatori immobiliari.

La richiesta di mutuo per l’asta giudiziaria va però fatta prima di procedere con l’offerta di acquisto casa. In caso di mancata aggiudicazione dell’immobile, ovviamente, il contratto verrà annullato senza ripercussioni sul cliente. La banca, sicuramente, vi chiederà i documenti di perizia dell’immobile e il finanziamento potrà anche raggiungere l’80% del valore della casa.

Condividi questo articolo