Come pulire il forno in modo naturale con bicarbonato, sale e limone

Forno

Sei modi per pulire il forno in modo ecologicamente corretto, utilizzando materie sale, aceto, limone e bicarbonato.

L a pulizia del forno è sicuramente una delle più ardue: MACCHIE, grasso e sporco si seccano e annidano ovunque, in zone scomode da raggiungere. E allora ci affidiamo ai prodotti della grande distribuzione che, però, hanno molti svantaggi: a chi di voi non è capitato, nonostante i ripetuti risciacqui post pulitura, di cucinare delle patate al profumo dell’ultimo ritrovato chimico per pulire il forno? Questi prodotti, se non risciacquati accuratamente, sono assai dannosi per la nostra salute: durante la cottura del cibo, le alte temperature scompongono le molecole residue che potrebbero adagiarsi sulla pietanza in preparazione. Che poi sarà mangiata dai bambini e dagli adulti. Inoltre, quelli per il forno sono prodotti costosissimi, dei quali si può fare assolutamente a meno.
La buona notizia, ovviamente, c’è: macchie, unto, incrostazioni si combattono a suon di detersivi ecologici e di ingredienti naturali che dovrebbero essere in tutte le cucine del mondo!

1 – Pulire il forno con il SALE
Miscelate ½ litro di acqua con 250 gr di sale grosso fino a formare una crema piuttosto densa. Applicatela quindi sulle macchie di bruciato, fatela agire 15 minuti, risciacquate con una spugna umida.
Se desiderate autoprodurvi un prodotto antiodore, allora mixate 1 bicchiere di aceto di vino bianco (circa ½ litro) con 250 gr di sale: miscelate bene fino a che il sale non sarà sciolto, travasate in uno spruzzino recuperato e spruzzate a forno tiepido. Fate asciugare e raffreddare: con una spugna umida togliere il sale rappreso.

2 – Pulire il forno con il LIMONE
Tagliare a metà due limoni, spremerne il succo e versatelo in una casseruola da forno. Infornate e fate cuocere il succo a 250 gradi per circa 30 minuti. Il tempo di cottura varia a seconda della quantità di sporcizia che volete rimuovere. I vapori del limone sciolgono lo sporco, per cui non vi resta che far raffreddare il forno per rimuovere le incrostazioni. Per fare questo occorre munirsi di pagliette imbevute di acqua tiepida e bicarbonato (due cucchiai di bicarbonato per ½ litro di acqua) che passerete energicamente sul grasso da togliere.

3 – Pulire il forno con aceto e BICARBONATO di sodio

Spruzzate dell’aceto dentro al forno e cospargete tutta la superficie di bicarbonato. Fate scaldare il forno, deve essere tiepido, non bollente, e attendete circa mezz’ora affinché i due ingredienti entrino in funzione. Pulite con una spugna abrasiva bagnata di acqua tiepida nella quale avrete sciolto due cucchiai di bicarbonato.

4 – Pulire il forno con la pasta di bicarbonato
Per eliminare le tenaci tracce di cibo e unto nel forno, anche in quello a microonde, impastate tre parti di bicarbonato e una d’acqua e, a forno freddo, sfregatela sulle superfici interne, sulle pareti e sulle griglie con l’aiuto di una spugnetta.
Quindi risciacqua e asciuga. Ottimo escamotage anche per eliminare i cattivi odori.

5 – Pulire il forno con sale e ACETO
Fate una soluzione con 40% massimo di aceto e resto acqua demineralizzata.
Scaldate il forno a 180 gradi e spruzzate la soluzione nel forno, aggiungere quindi il sale grosso direttamente sulle incrostazioni. Lasciate riposare per dieci minuti e detergete con una spugna ruvida.
L’azione di questi tre elementi è disinfettante e antiodore.

6 – Pulire il forno con l’aceto di mele

Mescolare un 40% d’aceto di mele con il restante acqua calda. Travasare la soluzione ben calda in un contenitore da forno e porlo successivamente nel forno per 15 minuti. Estrarre la soluzione e detergere immediatamente il forno con una spugna ruvida.

Giulia Landini

Fonte: stilenaturale.com

Condividi questo articolo