Come pulire il lavello della cucina

I lavori che si compiono in cucina, probabilmente sono quelli che producono anche maggiore sporco e, di conseguenza, anche maggiore lavoro nella successiva operazione di pulizia. Ciò di cui ci occuperemo all’interno di questa nuova guida, sarà in particolare la pulizia del lavello della cucina. Indipendentemente dai materiali di cui è costituito quali acciaio inox, ceramica o altro, il lavello è soggetto a sporcarsi molto facilmente anche in seguito alle macchie di calcare. Ecco perché sarebbe buona regola passare un panno morbido ogni volta che lo si usa, mantenendolo quindi costantemente pulito ed evitando di far sì che lo sporco possa accumularsi in modo drastico.

A chi non è mai capitato, ad esempio, di trovarsi di fronte al lavello della propria cucina intasato e non sapere come fare a rimediare al danno involontario? Questo è uno di quegli “incidenti” casalinghi che è all’ordine del giorno; non occorre, infatti, far andare dritto nei tubi di scarico il resto di qualche alimento, oppure dei pezzi di carta, ma, semplicemente l’unto (grasso e olio) che viene via una volta lavate pentole e stoviglie, è destinato a finire nelle condutture di scarico, con l’inevitabile ostruzione delle stesse o emanazione di cattivi odori.

Iniziamo proprio da questo problema: come fare per mantenere sempre pulito lo scarico del nostro lavello?

Per fare questo, procediamo con uno dei classici “rimedi della nonna“, che, come la tradizione vuole, non comporta l’uso di alcun prodotto non naturale ma di prodotti che sono portata di tutti (anche in termini economici):

  • Facciamo riscaldare un po’ d’acqua sul fornello e mischiamola con un po’ di sale da cucina fin quando non diventa opaca;
  • Successivamente, versiamo tale soluzione nel tubo di scarico e facciamola agire per circa quindici minuti;
  • Nel passaggio successivo, dopo aver fatto trascorrere il tempo richiesto, basterà aprire l’acqua fredda e lasciarla scorrere per un po’. Vedremo come il problema sarà risolto in breve tempo!

Come pulire perfettamente, rendendolo allo stesso tempo splendente e profumato il lavello? Di seguito, due soluzioni utili.

  • Il nostro caro bicarbonato di sodio, insieme all’utilissimo aceto bianco, ci verranno ancora una volta in aiuto: spargiamo una piccola quantità di bicarbonato sul lavello e spruzziamo dell’aceto bianco, aiutandoci magari con un nebulizzatore.
  • La seconda soluzione, prevede sempre l’uso del bicarbonato, associato questa volta ad un altro alimento utilissimo in tema di pulizie: il limone. In questo caso, dopo aver cosparso il bicarbonato sul lavello, tagliamo in due un limone e usiamo la metà come se fosse una spugna.

Come fare, invece, in caso di macchie solo apparentemente permanenti sul nostro lavello in ceramica? In questo caso, le macchie di the possono provocare non pochi problemi: per porre rimedio, è sufficiente applicare sulla macchia un po’ di detersivo per piatti lasciandolo agire per qualche minuto e poi strofinare con una spugna (non abrasiva) oppure utilizzando un panno in microfibra.

L’autore emanuelalongo:

Fonte: comefare.com

Condividi questo articolo