Come pulire la camera da letto

La camera da letto è la stanza della casa nella quale trascorriamo la maggior parte del nostro tempo: per questo è importante che sia ben pulita e, soprattutto, ben spoverata, per evitare di inalare durante il sonno tutta la sporcizia accumulata, anche se invisibile, e per evitare fastidiosi pruriti o allergie provocati dagli acari che si possono annidare tra il materassi e le coperte.
Vediamo allora nello specifico come comportarsi con la pulizia dei vari elementi della camera da letto.
 
Letto: la pulizia del letto è veramente importante per la nostra salute. 
In particolare, prestate molta attenzione alla cura dei materassi che, specie se di crine o di lana, vanno passati ogni tanto (almeno durante le pulizie di stagione!) con l’aspirapolvere e girati, in modo che l’usura sia uguale da entrambi i lati.
 
Per togliere le macchie dal materasso, esistono dei rimedi specifici a seconda del caso:
 
macchie di sangue: tamponate con uno straccio imbevuto in una miscela di acqua (3 cucchiai) e acqua ossigenata (1 cucchiaio), cospargete di talco e spazzolate quando il materasso è asciutto.
 
macchie di urina: se è fresca, sfregate il materasso con uno straccio inumidito in acqua e sapone, sciacquate e lasciate asciugare; se la macchia è vecchia pulite con acqua e sapone e poi con una miscela di acqua e acqua e ossigenata, nelle dosi indicate sopra.
 
Quando fate le pulizie di Pasqua, spolverate anche le reti del letto e, se sono sporche, lavatele con acqua e sapone e asciugatele bene. Per una maggiore igiene e pulizia ricordatevi di ricoprirle con un tessuto resistente fissato agli angoli con fettuccia oppure con gli appositi coprirete in commercio.
 
Quanto alla struttura del letto:
- se è in ferro battuto, dopo averlo spolverato, passate con un panno imbevuto di petrolio per evitare che si formi la ruggine;
- se in tessuto, usate l’apposito aspirapovere;
- se in legno, utilizzate i prodotti che siete soliti usare per spolverare e pulire i mobili in legno.

 
Lampade, lampadari e paralumi: si tratta di piccoli oggetti presenti in ogni camera da letto, la cui pulizia è spesso, a torto, trascurata perchè ricettacolo di una grande quantità di polvere.
 
Prima di procedere alla pulizia ricordatatevi di staccare sempre la spina, smontate tutte le parti mobili e pulitele come indicato di seguito a seconda del materiale:
 
- le parti in cristallo e in vetro si lavano con acqua tiepida e sapone e si risciacquano con acqua e aceto per renderle più lucenti;
- le parti in ferro battuto vanno spolverate e poi passate con petrolio;
- l’ottone e gli altri materiali lucidi si puliscono con uno straccio imbevuto in acqua e alcool in parti uguali, sciacquate e asciugate.
 
I paralumi in particolare si puliscono così:
-quelli in plastica si passano con uno straccio umido e poi con uno asciutto;
- quelli di pergamena si puliscono con una gomma da matita morbida, olio di ricino o con uno straccetto imbevuto di acqua saponata.

- quelli in stoffa e passamenaria con acqua e l’apposito detersivo.

Quanto ai mobili, come armadi, comodini e mensole, presenti in camera da letto:
 
- se in metallo cromato pulite con acqua e sapone;
- se in legno, leggete qui.
Fonte: http://suggerimentiperlacasa.blogspot.it/2010/07/come-pulire-la-camera-da-letto.html

Condividi questo articolo