Come rimuovere il calcare dal bollitore: 3 metodi

Eliminare il calcare dal bollitore è fondamentale per garantire la manutenzione e la corretta conservazione di questo strumento: nel caso in cui non fosse sottoposto a una pulizia costante, infatti, finirebbe per rovinarsi in poco tempo e per vedere compromessa la propria funzionalità.

Le incrostazioni di calcare rappresentano, da questo punto di vista, dei nemici piuttosto fastidiosi, anche perché tendono a ripresentarsi tutte le volte che si mette a bollire l’acqua: lo strato di calcare si forma proprio per le temperature elevate che l’acqua raggiunge. Cosa bisogna fare, dunque, per togliere il calcare dal bollitore?.

1° METODO
Per eliminare le incrostazioni di calcare si può ricorrere semplicemente al succo di un limone, che deve essere mescolato con un po’ di acqua: l’acqua acidulata deve, quindi, essere versata all’interno del bollitore, il quale andrà a portato a temperatura. Occorre che l’acqua con il succo di limone sia lasciata ad agire per non meno di un’ora: nell’eventualità in cui le incrostazioni si rivelino molto ostinate o resistenti, in ogni caso, si può anche prolungare il tempo di azione.

Successivamente, non bisogna fare altro che passare una spugnetta in corrispondenza delle incrostazioni per rimuovere tutto il calcare. Per concludere il trattamento, bisogna versare un altro po’ di acqua nel bollitore, questa volta senza limone, e far sì che ritorni a bollire: a quel punto l’elettrodomestico sarà splendente e pulito come se fosse nuovo. Il succo di limone, comunque, non è il solo alleato su cui si può fare affidamento se si intende togliere il calcare dal bollitore:

2° METODO
Il calcare può essere rimosso anche con un mix di bicarbonato di sodio e aceto bianco: dopo avere riempito per metà il bollitore con dell’acqua, si aggiunge un cucchiaio di bicarbonato e si riempie per l’altra metà con l’aceto. La miscela va lasciata agire per una notte intera.

3° METODO
In alternativa, si può utilizzare anche l’acido citrico, il cui impiego è raccomandato per tutte le incrostazioni più resistenti: tale prodotto può essere trovato in farmacia o in erboristeria, e va mescolato all’acqua (un litro di acqua per 50 grammi di acido citrico).

Fonte: http://casa-easy.com/2016/11/14/come-rimuovere-il-calcare-dal-bollitore-3-metodi/3/

Condividi questo articolo