I consigli della nonna

 Pulire gli utensili in legno

Cucchiai e altri accessori da cucina in legno con il tempo e l’uso continuo tendono a scurirsi. Come fare per farli tornare al loro colore scintillante di un tempo? Niente di più semplice: è sufficiente immergerli in acqua fredda e aggiungere un paio di cucchiai abbondanti di acqua ossigenata. Lasciare il tutto a bagno per almeno un’ora, sciacquare bene e ripassare gli utensili con uno straccio imbevuto di olio vegetale.

No alle macchie e ai tessuti ingialliti
Se macchiate la biancheria, sopratutto le tovaglie e i tovaglioli e i canovacci che facilmente si chiazzano di unto, non c’è cosa peggiore che riporli nell’armadio ancora macchiati. Con il tempo, infatti, la macchia tenderà ad espandersi nelle fibre del tessuto e il vostro capo tenderà a ingiallirsi. Quando la macchia è in vista la cosa migliore da fare è strofinarla subito con sapone di Marsiglia, per poi lavare il capo in lavatrice insieme a tutti gli altri. Se invece il danno è già fatto e la vostra tovaglia vi sembra irrimediabilmente ingiallita, provate a diluire un tappo di candeggina in acqua fredda e a lasciarla a bagno per un paio d’ore: l’effetto sbiancante di solito funziona!

Via gli aloni dalle pareti
Chissà quante volte vi sarà capitato di rimuovere un quadro o una fotografia da una parete e di scoprire che, ahimé, intorno alla cornice si è formato un bell’alone nero. Se volete evitare questo spiacevole inconveniente esiste un trucco molto semplice: basta posizionare sotto la cornice dei feltrini, come quelli che si usano sotto le sedie e i tavoli. In questo modo il quadro resterà leggermente sollevato dalla parete, eviterete gli aloni e nessuno si accorgerà del vostro piccolo segreto!

 

 

Condividi questo articolo