Come pulire la moquette e i tappeti in modo naturale

Come pulire la moquette e i tappeti in modo naturale? Alcuni tappeti, se piccoli e in cotone, possono essere lavati a mano o in lavatrice utilizzando dei detersivi ecologici o del sapone naturale.

La pulizia risulta un po’ più complicata nel caso di tappeti più grandi e delicati e della moquette, ma può comunque essere effettuata in modo naturale ed ecologico, utilizzando alcuni semplici alleati, come sale, bicarbonato di sodio e amido di mais.

Bicarbonato di sodio per tappeti e moquette

Il rimedio più semplice per la pulizia dei normali tappeti presenti nelle nostre abitazioni e delle moquette è costituito da bicarbonato di sodio, che è in grado di assorbire le macchie e gli odori. I tappeti possono essere cosparsi con il bicarbonato, che deve essere lasciato agire per alcune ore, insistendo sulle zone in cui sono presenti delle macchie.

Poi dovranno essere sbattuti per eliminare bicarbonato e sporcizia. Anche la moquette potrà essere cosparsa di bicarbonato, che dovrà poi essere rimosso con una spazzola in caso di piccole superfici, o con l’aspirapolvere in caso di grandi pulizie. Bicarbonato di sodio e amido di mais sono rimedi molto delicati, adatti anche ai tappeti persiani.

Vapore e oli essenziali

Per la pulizia dei tappeti più grandi, ma soprattutto della moquette, è possibile ricorrere al vapore. Esistono in commercio appositi elettrodomestici, come il vaporetto o la lavamoquette, pensati appositamente per una pulizia ed un lavaggio profondi. Non è sempre necessario comprare un vaporetto, soprattutto se non lo si utilizza spesso e se si ha la possibilità di prenderlo in prestito da un amico o da un parente al momento del bisogno. In caso di acquisto, è bene scegliere elettrodomestici a risparmio energetico. All’acqua del vaporetto possono essere aggiunte alcune gocce di oli essenziali, per profumare, deodorare e disinfettare ancora di più.

Pulizia dei tappeti con il sale

Il sale può essere utilizzato per la pulizia dei tappeti, creando una miscela in parti uguali con sale grosso ed aceto. Il rimedio non è adatto ai tappeti più delicati. La miscela deve essere cosparsa sulla macchia, lasciata asciugare e poi rimossa con delicatezza. L’utilizzo del sale grosso è utile per rimuovere le macchie di fango dai tappeti e dai tappetini. Cospargete le macchie fresche con del sale grosso e rimuovete il tutto con una spazzola quando si saranno asciugate.

Amido di mais per tappeti e moquette

Questo suggerimento è valido per ogni tipo di tappeto presente nella casa e anche per la moquette. Come intervenire in presenza di macchie di unto? Se la macchia si è appena formata ed è ancora fresca, è possibile cospargerla con dell’amido di mais, in modo che venga assorbita rapidamente. L’amido dovrà poi essere rimossi con una spazzola per tessuti. In sostituzione dell’amido di mais possono essere utilizzati amido di riso o bicarbonato di sodio.

Tappeti di cotone o di spugna

I tappeti di cotone o di spugna, simili agli asciugamani, sono utilizzati solitamente nelle stanze da bagno e in cucina, a volte anche nelle camere da letto. Il loro tessuto permette di lavarli sia a mano che in lavatrice. Utilizzate sempre del sapone naturale e dei detersivi ecologici. Per pretrattare le macchie applicate e lasciate agire del sapone liquido ecologico o del detersivo per i piatti, prima di passare al lavaggio vero e proprio. Può essere utile, infine, inumidire le macchie più difficili e cospargerle con percarbonato di sodio.

Marta Albè

Fonte: greenme.it

 

Condividi questo articolo