Sbrinare il congelatore: 4 piccoli trucchetti per farlo in maniera naturale

Sbrinare il congelatore è un’operazione fondamentale per garantire il corretto funzionamento dell’elettrodomestico e per conservare sempre al meglio gli alimenti in esso contenuti. Il ghiaccio in eccesso può infatti rappresentare un grosso problema:…

Sbrinare il congelatore è un’operazione fondamentale per garantire il corretto funzionamento dell’elettrodomestico e per conservare sempre al meglio gli alimenti in esso contenuti.

Il ghiaccio in eccesso può infatti rappresentare un grosso problema: riducendo lo spazio a disposizione all’interno del congelatore, può ostacolarne il corretto funzionamento. Di conseguenza, i cibi conservati potrebbero non risultare più commestibili e il dispendio di energia dell’elettrodomestico potrebbe lievitare considerevolmente. Troppo spesso trascurata, quest’azione dovrebbe essere effettuata almeno una volta all’anno, se lo strato di ghiaccio formatosi all’interno non risulta troppo spesso.

In caso contrario, è necessario procedere con l’operazione almeno due volte all’anno, in estate e in inverno, quando si sono terminate le scorte del periodo. Questo discorso vale soprattutto per i  congelatori che non sono dotati del sistema auto-defrost.

Per semplificare il lavoro, è consigliabile sempre sbrinare il congelatore prima che lo strato di ghiaccio superi uno spessore compreso tra 5 millimetri e 1 centimetro. Ecco 4 piccoli trucchetti per farlo in maniera corretta.

1) Come accelerare lo scioglimento del ghiaccio

Esistono due modi per accelerare lo scioglimento naturale del ghiaccio: basta inserire all’interno del freezer una pentola di acqua molto calda oppure indirizzare verso i depositi di ghiaccio più spessi il getto d’aria calda del phon. Se scegliete quest’ultima opzione, è importante evitare di mettere l’asciugacapelli a contatto con l’acqua o con il ghiaccio, procedendo sempre con la massima cautela, fino alla conclusione dello sbrinamento.

Una volta terminati questi passaggi, potete pulire il freezer usando una spugna e dell’aceto bianco diluito in acqua: in questo modo, oltre ad aver sbrinato il congelatore, ora sarà anche totalmente igienizzato!.

2) Attendere il tempo necessario

A seconda della quantità di ghiaccio accumulato e della grandezza del freezer, lo scongelamento potrebbe richiedere almeno 2 ore.

Una volta eliminate tutte le tracce di ghiaccio, si può asciugare l’interno del freezer, sportello compreso. In caso di sporcizia, è necessario pulirlo con una spugna imbevuta di acqua tiepida e con un panno asciutto. A questo punto, si può riavviare il congelatore, seguendo attentamente le istruzioni prima di riporvi gli alimenti.

3) Asciugare bene

Durante l’intera operazione, è bene avere sempre a portata di mano alcuni secchi nei quali riporre il ghiaccio estratto dal congelatore e dei panni assorbenti per asciugarlo all’interno. Inoltre, occorre ricoprire il pavimento circostante con degli asciugamani per riparare il congelatore dall’acqua.

Il discorso è valido sia per i freezer con apertura dall’alto sia per i congelatori con sportello frontale.

4) Staccare la presa di corrente e rimuovere il ghiaccio 

Per prima cosa, è necessario svuotare il congelatore e riporre gli alimenti al sicuro. Successivamente, si può staccare la presa di corrente. Le tempistiche di scongelamento non sono mai le stesse e dipendono da più fattori come, ad esempio, le temperature esterne e la velocità con cui il ghiaccio inizia a sciogliersi.

Quando il ghiaccio presente nel congelatore inizia ad ammorbidirsi, è possibile rimuoverlo più facilmente con l’aiuto di una spatola di plastica. Per eseguire questa operazione, è importante evitare di utilizzare martelli, scalpelli o strumenti metallici. Se l’acqua che si forma a causa dello scioglimento del ghiaccio comincia ad accumularsi sul fondo, la pulizia del freezer risulterà più complicata.

Francesca Cavallo

Fonte: www.momentocasa.it/fai-da-te/sbrinare-il-congelatore-5-piccoli-trucchetti-per-farlo-in-maniera-naturale/3/

 

 

Condividi questo articolo