Tre trucchi per pulire l’argento

Se state programmando di pulire a fondo la vostra abitazione non dimenticate di “rinfrescare” quanto orgogliosamente esposto nella vetrinetta del salotto e il servizio “buono” gelosamente custodito nel mobile buffet. E perche’ non dedicare qualche minuto anche ai vostri oggetti in argento? Dai gioielli alle posate, ecco qualche trucco “casalingo”.
Il “classico”
Mettete un foglio di carta d’alluminio sul fondo di una pentola oppure utilizzatene una in alluminio. Riempite per 3/4 con dell’acqua e aggiungete 5 g di sale – un cucchiaino abbondante – e 5 g di bicarbonato di sodio e portate ad ebollizione. Immergetevi rapidamente i vostri oggetti in argento – molto rapidamente! ricordate che l’argento e’ delicato! -.
Argenteria ossidata con macchie nerastre
Riempite un contenitore con dell’acqua. Unitevi un pugno di sale grosso e un pezzo di carta d’alluminio. Immergetevi l’argento. La reazione chimica cosi’ prodotta agisce eliminando l’ossidazione con delicatezza.
Ossidazione dei gioielli
Pulite i gioielli ossidati utilizzando una vecchia spazzola e del dentifricio. Una volta ben spazzolati, risciacquate ed asciugate.

Condividi questo articolo