Troppe le piccole vittime delle ustioni

Home accident

Più a rischio bimbi tra 0 e 4 anni. Iss lancia kit di prevenzione

Bambini e fuoco, un binomio molto pericoloso, soprattutto nei primi anni di vita. In età pediatrica infatti, il 16% delle morti causate da incidenti domestici è provocato da ustioni, e in oltre la metà dei casi si tratta di bambini fino a 4 anni. Complessivamente, secondo i dati pubblicati dall’Istituto superiore di sanità (Iss), l’1% di tutte le morti in età pediatrica è dovuto a ustioni, e proprio gli anziani e i bambini sono i più esposti al rischio di incidente domestico. In totale in Italia, sono circa 400 ogni anno le morti provocate da ustione, di cui oltre il 70% in ambito domestico.

E se la casa è il luogo più frequente degli incidenti è perchè i bambini, soprattutto tra 0 e 4 anni, vi trascorrono più tempo, e le acquisizioni motorie precedono la capacità di riconoscere ed evitare le potenziali situazioni a rischio. I dati raccolti dall’Iss dalle Schede di dimissione ospedaliera tra il 2005 e 2009 lo confermano: il 71% dei ricoveri per ustione in età pediatrica riguarda bambini di età non superiore a 4 anni. Gli incidenti avvengono il più delle volte con acqua bollente (25%), alimenti e bevande calde (18%), oggetti roventi, come forni, fornelletti e ferri da stiro (11%), apparecchi da riscaldamento (5%), olio da cucina bollente e fiamme libere (4%).

Sulla scorta di questi dati l’Iss ha avviato il progetto pilota Prius (Prevenzione degli incidenti da ustione in età scolastica), finanziato dal ministero della Salute, per migliorare la conoscenza dei rischi di ustione ed elaborare un percorso didattico ad hoc di prevenzione. A tal fine è stato realizzato un kit didattico-informativo, che verrà sperimentato nelle scuole con i bambini di 4 e 7 anni e insegnanti e genitori. Per la precisione saranno coinvolte otto scuole e altrettanti Centri Grandi Ustioni a Torino, Milano, Padova, Verona, Roma, Napoli, Brindisi e Palermo. Ci saranno lezioni interattive sui fattori di rischio e i comportamenti da evitare per prevenire le ustioni.

Fonte: www.ansa.it

Condividi questo articolo