Truffe sui contratti luce e gas: come difendersi?

Le truffe sui contratti luce e gas sono sempre più frequenti: fate attenzione ai venditori porta a porta e non firmate mai nulla così su due piedi

Occhio alle truffe sui contratti luce e gas!

Occhio alle truffe sui contratti luce e gas!

I contratti-truffa di luce e gas sono un problema molto diffuso, complice la crisi. Spesso è proprio il desiderio di risparmiare sulla fornitura energetica a convincerci a sottoscrivere offerte a prezzi stracciati che si rivelano poi delle truffe belle e buone. A questo proposito va detto che esistono modi decisamente più sicuri per massimizzare il risparmio, come ad esempio il confronto delle varie soluzioni, meglio se aiutandosi con un buon comparatore online. Se ancora non ne avete provato uno potete dare un’occhiata all’offerta di VIVIgas su SuperMoney, così come ai prodotti di Enel, Eni e tanti altri grazie ad approfondite schede informative.

Prendersi del tempo per valutare con calma le varie proposte è un ottimo modo per non cadere vittime dei contratti-truffa. I venditori disonesti tenteranno infatti di convincervi a firmare subito il nuovo contratto propinandovi le scuse più improbabili: in questi casi rifiutatevi sempre. Ma cerchiamo di capire più nel dettaglio come operano i malintenzionati.

Come avviene la truffa

Suonano alla porta, apriamo e ci troviamo davanti un ragazzo giovane e sorridente che ci propone di farci risparmiare da subito il 30% sulla componente energia rispetto al nostro attuale fornitore. Vedendo il nostro scetticismo ci chiedono di poter vedere l’ultima bolletta per dimostrarci, dati alla mano, quanto effettivamente potremmo risparmiare.

Al termine dell’incontro il venditore ci propone di firmare un “modulo informativo” con i dettagli dell’offerta che ci ha appena descritto, solitamente illeggibile perché scritto a caratteri minuscoli. In realtà, però, non si tratta di una semplice “proposta”, ma di un vero e proprio contratto che l’incauto consumatore firma senza saperlo, accorgendosi dell’errore solo quando arriva la prima bolletta del nuovo fornitore.

Spesso, per convincerci a firmare subito, utilizzano scuse tipo l’imminente fallimento del nostro attuale fornitore di energia, un’offerta vantaggiosissima ma che sta per scadere, ecc. A volte, inoltre, non è necessaria nemmeno la firma per essere truffati. Un  finto venditore porta a porta potrebbe infatti trovare nella nostra bolletta tutti i dati di cui ha bisogno per attivare un nuovo contratto a nostra insaputa (dati anagrafici e codice cliente).

Come difendersi dalle truffe sui contratti luce e gas

Innanzitutto chiedi al venditore di mostrarti il suo tesserino di riconoscimento. Ogni rappresentante ufficiale di una compagnia di luce e gas ne ha uno ed è nostro diritto vederlo. Attenzione però! Potrebbe sempre essere contraffatto.

Se l’offerta descritta ci sembra vantaggiosa è comunque consigliabile non firmare subito il modulo che ci presenta il venditore, ma chiedergli di lasciarci del materiale da studiare con più calma o di inviarci via e-mail una proposta di contratto.

Nel caso, improbabile, in cui il venditore dovesse lasciarci del materiale per poterlo valutare attentamente facciamo sempre un controllo sul sito dell’Aeegsi, per verificare che la compagnia energetica in questione non sia già stata segnalata come truffaldina. 

Condividi questo articolo