Il pensiero

Qualcuno dice: «Io sono sincero e dico ciò che penso, soprattutto ai miei amici». E lo si vede: egli demolisce tutto al suo passaggio. La sincerità è sicuramente una qualità; costui, però, non ha di che andare tanto fiero di quel genere di sincerità. Si è forse posto anche solo delle domande sull'esattezza di ciò che pensa? No. D'altronde, perché mai dovrebbe farlo? Non è forse la libertà di pensiero una grande conquista dell'umanità? D'accordo, la libertà di pensiero è una cosa preziosa, ma a condizione di sapere realmente cosa sia il pensiero.

 Quante persone chiamano “pensiero” un qualsiasi agitarsi del proprio
intelletto, a proposito di tutto ciò che a loro piace o non
piace! è un errore. Il vero pensiero non è legato al piacere o
al dispiacere, e non ha neppure inizio con il piano mentale -
l'intelletto -, bensì con il piano causale. Il pensiero
presuppone la conoscenza delle grandi leggi cosmiche. La prima
idea che si presenta non è un pensiero, e molti di coloro che
sostengono di dire ciò che pensano, dovrebbero capire che se
pensassero veramente, tacerebbero o parlerebbero solo dopo
essersi chiesti quanto valga la loro opinione.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Condividi questo articolo