Rifletti

Sono numerose, nella vita, le occasioni in cui potete sentirvi disprezzati, malmenati, rifiutati. Certo, è doloroso, ma perché fermarvi lì e avvilirvi per ore? Smettetela di rattristarvi e cominciate un po' a riflettere. Dite: «Qualcuno mi ha maltrattato, ma molti altri mi amano: ho una famiglia, degli amici.»

E anche ammettendo che non ne abbiate, ditevi che il
Signore vi ama, che gli Angeli vi amano; così, pensando ai
vostri amici, al mondo divino, al Signore che ha creato tante
cose belle e buone di cui beneficiate in ogni momento
dell'esistenza, dimenticherete il male che vi è stato fatto,
fino al giorno in cui non lo sentirete nemmeno più.
Ogni parola, ogni atteggiamento offensivo nei vostri confronti
dev'essere un'occasione per esercitarvi. Non potete impedire che
gli altri dicano o facciano cose che vi rattristano, ma avete i
mezzi per proteggervi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Condividi questo articolo