10 rimedi naturali e curativi da avere sempre a portata di mano

I rimedi naturali e erboristici possono essere utili nella cura di disturbi più o meno lievi, tenendo conto che la loro azione, che si svolge nei confronti dell'organismo grazie all'impiego di estratti vegetali dalle proprietà curative, potrebbe non essere tanto immediata quanto quella svolta da un comune farmaco.

Anche i rimedi a base di estratti naturali possono presentare delle controindicazioni, ma una volta chiarite le stesse e ascoltato il parere di un esperto, è opportuno tenere a portata di mano alcuni di essi per poter agire prontamente per porre rimedio ai piccoli imprevisti quotidiani o per alleviare sintomi più o meno fastidiosi.

Ecco dunque alcuni rimedi alternativi che sarebbe opportuno conoscere in proposito.

1) Pomata alla calendula

La pomata erboristica a base di calendula è adatta per alleviare i fastidi legati a punture di insetti, prurito o irritazioni della pelle. Le proprietà curative delle calendula derivano dagli oli essenziali in essa contenuti, che sono considerati come efficaci antimicrobici e antinfiammatori. Anche i rimedi naturali possono avere delle controindicazioni. La calendula potrebbe non essere ben tollerata da parte di coloro che soffrono di allergia all'ambrosia, in quanto le due piante appartengono alla stessa famiglia (Compositae).

2) Olio essenziale di lavanda

L'olio essenziale di lavanda è adatto ad essere utilizzato in aromaterapia, attraverso un diffusore per ambiente, al fine di creare un'atmosfera rilassante nella propria abitazione, che possa favorire uno stato di calma e che possa conciliare il riposo e il sonno anche in coloro che soffrono di insonnia< /B>. Può essere utilizzato per uso esterno per alleviare il prurito causato dalle punture di zanzara.

3) Olio essenziale di tea tree

L'olio essenziale di tea tree presenta proprietà antimicrobiche e antifungine. Può essere applicato puro nella quantità di una sola goccia sulle imperfezioni causate dall'acne, per favorire la loro guarigione. Può essere utile anche in caso di micosi della pelle, consultando preventivamente un esperto per poter conoscere i metodi di applicazione più adatti al proprio caso. In casa, mescolato all'aceto, è il rimedio naturale più rapido per eliminare la muffa e per disinfettare le maniglie delle porte, il proprio tappetino da yoga o altre superfici resistenti.

4) Pomata e estratto di arnica

Le pomate e gli estratti fitoterapici a base di arnica vengono consigliati come rimedio in caso di dolori muscolari e infiammazioni. L'arnica contiene sostanze in grado di inibire la risposta infiammatoria ad un trauma subito da parte dell'organismo, come nel caso di una contusione o di uno strappo muscolare, eventualità in cui l'arnica può essere utile sia per uso esterno che interno, seguendo i consigli del proprio erborista.

5) Aloe vera

L' utilizzo dell'aloe vera avviene prevalentemente sotto forma di gel e di succo ottenuti entrambi dalle foglie della pianta. Il gel d'aloe vera può essere applicato sulla pelle per alleviare i fastidi provocati da scottature solari, bruciature o punture di insetti. E' utile anche in caso di screpolature e di pelle disidratata. L'assunzione del succo d'aloe è solitamente consigliata per favorire il corretto funzionamento dell'intestino.

6) Olio essenziale di eucalipto

L'olio essenziale di eucalipto può essere utilizzato in diffusione nell'ambiente per allontanare dolcemente gli insetti, come le zanzare, Può essere inoltre impiegato per effettuare dei suffumigi versandone alcune gocce in acqua bollente per curare il raffreddore e contribuire a liberare le vie respiratorie. Si tratta di un olio essenziale dalle proprietà balsamiche e disinfettanti. Può essere utilizzato come ingrediente, in poche gocce, per la preparazione di uno spray anticalcare e disinfettante per la casa ottenuto miscelando una parte di acqua con una di aceto bianco.

7) Menta piperita, olio essenziale e estratto

L'olio essenziale di menta piperita può essere impiegato come l'olio essenziale di eucalipto per effettuare dei suffumigi per la cura del raffreddore. Una tisana a base di foglie essiccate di menta piperita (due cucchiaini in una tazza d'acqua da lasciare in infusione per 15 minuti) può essere utile per contrastare i crampi allo stomaco e il gonfiore addominale. Le compresse fitoterapiche a base di estratto di menta piperita sono invece indicate in caso di problemi intestinali, in quanto la menta è dotata di proprietà rilassanti nei confronti dei muscoli, che potranno distendersi nel corso dell'attività digestiva, alleviando i dolori.

8) Valeriana, tintura e capsule

La valeriana rappresenta un rimedio naturale noto sin dall'antichità come metodo per favorire il sonno. Si tratta di una delle erbe più studiate per comprenderne sempre più a fondo l'azione contro l'insonnia. A seconda dei casi può essere assunta sotto forma di tintura o di capsule. In alcuni casi viene consigliata per favorire uno stato di calma e di rilassatezza se si è soggetti ad ansia e agitazione. La sua somministrazione deve essere tenuta sotto controllo per evitare sovradosaggi.

9) Rescue Remedy

Si tratta di un rimedio d'emergenza ottenuto dalla miscela di cinque fiori (Clematis, Impatiens, Rock Rose, Cherry Plum e Star of Bethelhem) seguendo i principi della floriterapia del dottor Bach. Viene consigliato in caso di ansia e di attacchi di panico. Il suo impiego può avvenire in dosi maggiori in caso di attacchi acuti o in dosi minime, giornalmente, per tenere sotto controllo lo stress. La somministrazione dei Fiori di Bach è strettamente legata alla propria condizione personale ed è preferibile seguire i consigli di un esperto in materia.

10) Oscillococcinum

Si tratta di un rimedio omeopatico ritenuto utile per la prevenzione di disturbi come il raffreddore e l'influenza. Esso sarebbe in grado di alleviarne i sintomi e di abbreviare il decorso della malattia. La sua efficacia viene considerata massima se assunto non appena ci si accorge della presenza dei primi sintomi dell'influenza, tra cui vi potrebbero essere dolori muscolari, mal di testa e raffreddore. Per ulteriori informazioni è bene rivolgersi ad un omeopata, cioè ad un medico laureato in Medicina e Chirurgia che in seguito abbia seguito specifici corsi di omeopatia.

Marta Albè

Fonte: www.greenme.it

Condividi questo articolo