Anguria "Estate 2004"

Il frutto forse più simpatico dell'estate per via della sua forma e dei suoi colori.

 Tonda od allungata, con
la polpa che va dal rosso vivo al rosso-arancio, puntellata
di semini scuri, siamo ormai abituati a vederla sulle
nostre tavole estive in magnifiche mezzelune che
sembrano fatte apposta per infilarci direttamente la
bocca. Appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, è
costituita quasi esclusivamente d'acqua ” fino al 95% –
e proprio per questo è dissetante, diuretica e depurativa.
Essa infatti stimola la diuresi aiutando l'organismo ad
eliminare liquidi in eccesso e tossine. L'anguria è
praticamente priva di grassi ed ha un apporto calorico
quasi ridicolo: 16 calorie per 100 g ” il piacevole sapore
zuccherino è infatti dovuto a sostanza aromatiche non
alla presenza di zuccheri -. Nonostante non sia
particolarmente ricca di sostanze nutritive contiene
comunque una discreta percentuale di vitamina A e C
e di potassio ” minerale che contrasta la comparsa di
crampi muscolari -. Proprio per il suo elevato contenuto
d'acqua l'anguria andrebbe consumata preferibilmente
lontano dai pasti, come spuntino, oppure in sostituzione
di un pasto leggero accompagnata a dello yogurt. L'acqua
in essa contenuta infatti diluisce molto i succhi gastrici e,
a fine pasto, rischierebbe di creare problemi di digestione.
Attenzione anche ai suoi semini: non bisogna masticarli
perché possono provocare problemi intestinali ” i glucosidi
in essi contenuti esercitano una forte azione purgante -.

Qui di seguito vi proponiamo due piacevoli e rinfrescanti
ricette per l'estate.

Mettete 300 gi di polpa d'anguria in frigorifero per circa
1 ora, quindi tagliatela a pezzettini e mettetela in una
ciotola. Aggiungete all'anguria il succo di mezzo limone
e 100 g di zucchero di canna. Mescolate con cura e
lasciate riposare in frigorifero per un'altra ora. Quando
manca circa un quarto d'ora, mettete in frigorifero anche
4 bicchieri. Riprendete l'anguria, frullate, quindi versate
nei bicchieri e decorate con una fogliolina di menta.

Se invece volete prepararvi un insolito frullato di
albicocche, frullatene 3 con 1 bicchiere scarso di latte
e un po' di miele ” senza esagerare -. Versate nel
bicchiere e spolverizzate la superficie con la cannella.

Buone vacanze a tutti!

Fonte:www.buongiorno.it

Condividi questo articolo