ARMADIO… O CABINA ARMADIO?

In una casa, qualsiasi siano le sue dimensione, l'armadio e' un elemento fondamentale, in esso si fondono: estetica e funzionalita', capacita' di arredare e razionalita' dell'ordine. Indubbiamente ad ogni ambiente corrisponde il suo armadio, questo almeno in base a tre variabili: dimensioni ed altezza della camera, la tipologia dei muri – magari irregolari -, lo stile e la disposizione degli altri arredi.

Classici o moderni, questi mobili oggi sono tutti caratterizzati da una particolare attenzione per la funzionalita' – senza mai per questo sacrificare design accattivanti – grazie alla modularita' – ovvero quei prodotti componibili, sia in larghezza sia in altezza – e ai tanti accessori per organizzare lo spazio interno. L'armadio infatti puo' avere una struttura definita e fissa, ma sempre piu' spesso e' composto di moduli componibili in modo da potersi adattare agli spazi, fino a riuscire a sfruttare ogni cm sia in altezza che in larghezza. I modelli 'moderni' sono caratterizzati da una spiccata linearita', da un geometrico minimalismo. I classici invece conservano forme intramontabili, ma in qualche modo ristilizzate per meglio adattarsi al gusto odierno.


Quando ci si aggiunge all'acquisto, oltre alla solidita' dell'intera struttura occorre considerare bene la solidita' della base, che dovra' proteggere dall'umidita' e cui e' affidata la stabilita' di tutto l'insieme. Le ante, se a battente, devono aprirsi senza rumore e avere cerniere robuste; se scorrevoli, sara' invece fondamentale la qualita' del sistema di scorrimento. Un altro aspetto da considerare al momento dell'acquisto e' la gamma di accessori interni. Importanti oltre ai cassetti e ripiani: le aste a saliscendi, porta-pantaloni, vassoi portacamicie, casellari (per cinture, cravatte e altro). Altri accessori, magari non strettamente necessari ma comunque utili sono: luci interne, specchio, cestelli multiuso… Ma torniamo alle ante, a battente, scorrevoli, a libro.

Il primo tipo di anta e' incernierata su di un lato; occorre sempre considerare lo spazio necessario per la sua apertura. L'anta a libro si raccoglie 'a pacchetto' e in questo caso occorre meno spazio per l'apertura. L'anta scorrevole invece di spazio davanti non ne vuole proprio perche' si sovrappone all'altra. Una componente spesso presente nelle ante e' il vetro, che si va ad alternare, come elemento decorativo, al legno. Gli armadi classici, come si puo' immaginare, contemplano tantissime possibilita' di finiture ed elementi decorativi. Dove mettere l'armadio? Oltre alla classica disposizione a muro, si puo' decidere di sfruttare l'angolo creando una struttura ad hoc, ma si possono anche disporre dei ponti, sopra una porta, una finestra, ma anche sopra il letto. L'armadio, in stanze di grandi dimensioni, puo' anche svolgere la funzione di quinta divisoria, andando cosi' a creare due ambienti distinti.

La cabina armadio e' un'ottima soluzione – oltre che, per molte persone, un sogno da realizzare – la' dove lo spazio lo consente, sfruttando un ripostiglio, un pezzo di corridoio o semplicemente la stanza stessa, nel caso di grandi dimensioni – la si posiziona sul lato piu' corto della camera. Anche la cabina armadio e' composta da elementi modulari, spesso e' posizionata ad angolo e chiusa da ante scorrevoli. La larghezza minima e' di 120 cm, mentre la lunghezza varia in base alla metratura disponibile la' dove la si posiziona. Il suo interno puo' essere personalizzato in base ai propri desideri ed esigenze, grazie ai diversi moduli disponibili e, anche qui, dai tantissimi accessori: mensole, contenitori e scatole, cassettiere, telai estraibili, vassoi portaoggetti. I piu' fortunati all'interno della cabina possono anche allestire un piccolo spogliatoio.

L'armadio dunque e' da una parte scrigno prezioso, capace di arredare sfruttando forme, finiture, particolari sempre ben studiati, dall'altro progetto funzionale dove riporre con ordine ed organizzare lo spazio in maniera razionale.

Condividi questo articolo