Basilico (Ocimum basilicum L.

Famiglia: Labiate Descrizione: Pianta erbacea perenne alta fino a 50 cm, con foglie lanceolate di colore verde chiaro; i fiori, bianchi o rasati, sono disposti in mazzetti terminali. Dove si trova: Il basilico è originario dell'India e dell'Indonesia, dove cresce spontaneo, ma fin da tempi remoti viene coltivato in Europa; è diffuso nelle regioni tropicali e subtropicali dell'America e di tutto il mondo. Le parti utilizzate: Le foglie e i fiori.

 Basilico 




Proprietà:
Tutta la pianta contiene un olio essenziale ricco di estragolo (come il dragoncello) ed eugenolo (come il garofano), oltre a linalolo e terpeni. Le proprietà di questa essenza producono i seguenti effetti:
1-Antispasmodico: calma i disturbi della digestione, come gli spasmi gastrici (spasmi addominali), l'aerofagia (eccesso di gas ed eruttazioni) e i disturbi digestivi di origine nervosa; inoltre allevia l'emicrania dovuta, o associata, a una cattiva digestione.
2-Tonificante del sistema nervoso e cardiovascolare: si consiglia in caso di astenia, di esaurimento, di fatica e di ipotensione arteriosa (pressione bassa).
3-Galattogeno: aumenta la produzione del latte durante l'allattamento.
4-Emmenagogo: facilita le mestruazioni e diminuisce i dolori derivati da spasmi o da congestione uterina.

ATTENZIONE
Assunta in dosi elevate, per via interna, l'essenza di basilico può provocare effetti narcotici e, per via esterna, può invece irritare le mucose.


Preparazione e uso:

Uso interno:
In caso di spasmi gastrici, aerofagia, disturbi digestivi di origine nervosa, allevia l'emicrania associata a cattiva digestione. In caso di astenia, esaurimento, fatica e di ipotensione arteriosa. Aumenta la produzione di latte, facilita le mestruazioni e diminuisce i dolori uterini.
Infuso - si prepara con 20-30 g di foglie e di fiori in 1 litro d'acqua; se ne prende una tazza calda dopo ogni pasto, dolcificata con miele per potenziarne l'effetto.
Essenza – da 2 a 5 gocce, 3 volte al giorno.

Uso esterno:
Si consiglia in caso di astenia, esaurimento, fatica e ipotensione arteriosa.
Frizioni – si fanno con l'essenza e tonificano.
Bagni – per sfruttarne gli effetti tonificanti, si aggiunge l'essenza all'acqua del bagno.

 Tratto da:www.fontanarossa.net

Condividi questo articolo