Cannella "cynnamomum zeymnicum"

appartenente alla famiglia delle Lauracee, è un albero tropicale sempreverde dai cui rami si estraggono le cortecce che formano le “stecche di cannella”.

ORIGINE:

la cannella è originaria dell'Asia  tropicale e specificatamente ddl'isola  di Sri Lanka.

provenienza:

da tutte le isole dell'Oceano Indiano, particolarmente dalle Seichelles, dal Madagascar e dallo Sri Lanka.

USI GASTRONOMICI:

Il suo utilizzo è particolarmente indicato per la preparazione di dolci, biscotti, budini e gelati di crema. Immancabile nello strudel.

NOTIZIE E CURIOSITà

La cannella è, tra le spezie, una delle più antiche e di maggior pregio. Se ne trovano le prime tracce nei papiri egizi: sembra che questo legno dal profumo inebriante galleggiasse, in certi periodi dell'anno, sulle acque del Nilo, dove veniva raccolto di pescatori e destinato alle tombe perché con il suo profumo richiamasse i “buoni spiriti”.

Gli antichi Romani facevano un grande uso di questa spezia preziosa, che a roma veniva usata anche per aromatizzare il vino ed era custodita in casse al pari dell'oro: secondo la tradizione, Nerone avrebbe ordinato di bruciare 500 libbre di cannella pura nel rogo funebre riservato alla moglie Poppea.

Anche se era risaputo che questa spezia veniva dall'Oriente, un alone di mistero ne protesse a lungo i veri luoghi di produzione, al solo scopo di mantenerne inalterato il valore.

 

TAGLIATELLE BRUNE

Tagliatelle di farina di castagne, 350 g Ricotta, 180 g Parmigiano grattugiato Brodo vegetale Burro, 30 g Cannella

Ricette a base di cannella

Le tagliatelle vanno cotte nel brodo, con l'aggiunta di poco sale. Sbriciolate la ricotta nella terrina di servizio: amalgamatevi il burro e 1 bastoncino di cannella polverizzato. Scolate le tagliatelle al dente, trasferitele nella terrina e conditele: cospargetele di parmigiano e servitele calde.Oltre che con questo delicato condimento, la pasta alla farina di castagne è squisita con una salsa a base di funghi porcini. Puliti 400 g di funghi, tagliateli a pezzi e saltateli in padella con aglio e prezzemolo, bagnando con un poco di brodo. Cuccete le tagliatelle in acqua, scolatele al dente e passatele in padella con un po' di panna. (Per 4 persone)

 

POLPETTE SPEZIATE

Polpa di manzo macinata, 400 g Cannella 1 tuorlo d'uovo 2 fette di pane casalingo

senza crosta 1 bicchiere di latte Farina e burro, 30 g Parmigiano grattugiato Vino rosso Olio d'oliva, sale e pepe

Ammorbidile il pane nel latte per 10 minuti. Mescolate in una terrina (o nel mixer) la carne macinata, 1 manciata di parmigiano, il tuorlo d'uovo, il pane strizzato, sale e pepe.

Ottenuto un impasto compatto, ricavatene 12 polpettine che infarinerete leggermente. Rosolatele in una padella, con 2-3 cucchiai d'olio e il burro liquefatto, per 5 o 6 minuti. Bagnatele quindi con 1 bei bicchiere di vino, facendolo ritirare a fuoco basso per 10 minuti abbondanti. Un paio di minuti prima di terminare, cospargete le polpette con 1 bel pizzicotto di cannella sbriciolata. Lasciate insaporire rimescolando e servite le polpette con il loro sughetto di cottura speziato. (Per 4 persone)

SERPENTE” DI MANDORLE

8 fogli di pasta “fillo” (o di pasta sfoglia molto sottile),

160 g Mandorle sgusciate,

500 g Miele, 150 g Acqua di fiori d'arancio

Cannella

Zucchero, 80 g, burro, 70 g 1 uovo, olio d'oliva

Fatto liquefare il burro, prelevatene la metà e incorporatevi le mandorle macinate al mixer, lo zucchero, 1 cucchiaino di cannella polverizzata e 1 d'acqua di fiori d'arancio, fino a ottenere un impasto malleabile. Allineate i fogli di pasta in modo che l'estremità dell'uno, spalmata d'albume, sia sormontata da quella del seguente. Date alla pasta ripiena del composto di mandorle la forma di un lungo salsicciotto e accomodatelo al centro della striscia di sfoglia, che ripiegherete formando una sorta di tubo da attorcere a spirale. Postolo in uno stampo da forno rotondo unto d'olio, spennellatelo con burro fuso e cuocetelo in forno a 170 °C per 1/2 ora. Fatto liquefare il miele a fuoco basso, rivestitene il dolce una volta cotto. (Per 4-6 persone)

Condividi questo articolo