CARTA DA PARATI, COME APPLICARLA

Pronti per la seconda puntata del fai da te in casa dedicato alla carta da parati? Dopo aver rimosso quella pre-esistente, resa liscia e ben pulita la superficie dei muri, potete mettervi al lavoro per applicare quella nuova in modo semplice e conveniente.


Gli attrezzi indispensabili
Abbiamo visto come sia indispensabile avere gli attezzi giusti prima di iniziare
la messa in opera. In questo caso ricordatevi di avere a disposizione: spatola dentellata, scala, pennellessa, bacinella, forbici, taglierino, matita, filo a piombo.

Prendere le misure
E poi serve ovviamente la carta da parati: per calcolare il numero di rotoli necessario a tappezzare tutta la stanza, si devono prima prendere le misure. Calcolate l'altezza delle pareti senza gli zoccoli e la larghezza, escludendo le finestre e le porte. Visto che tutti i rotoli di carta da parati in commercio hanno dimensioni standard (larghezza 0.53 metri e lunghezza 10.05 metri), non sarà difficile valutarne la giusta quantità.

Si taglia e si incolla
E' consigliabile segnare su un foglio alla volta la misura dell'altezza, lasciando 3 o 4 centimetri in più su entrambe le estremità. Poi tagliate con le forbici o il taglierino e applicate con il pennello una colla specifica per la tipologia di carta che avete scelto e adatta alla superficie della vostra parete (chiedete consigli al rivenditore, se non sono indicati nella confezione).

Gran finale
Siete arrivati alla fase finale. Ora stendete la carta partendo da un angolo, dal bordo della porta o della finestra; assicuratevi che sia dritta, utilizzando come riferimento un filo di piombo e tracciando una riga verticale sul muro. < B>Assicuratevi anche che sia piatta e liscia, togliendo le eventuali bolle d'aria con l'aiuto della spatola. Una volta iniziato sarà tutto semplice: continuerete a tappezzare la parete applicando il secondo foglio di carta di fianco al primo e così via. Lasciate asciugare qualche ora e avrete una stanza rimessa a nuovo.

Autore: Matilde Bonatti
Fonte: www.kitchens.it

Condividi questo articolo