Casa sicura, lontano dagli incidenti domestici

Nuovo appuntamento con Casa sicura, dedicato agli incidenti domestici. Ogni luogo dell'abitazione ha i suoi pericoli, ma possono essere evitati grazie a un comportamento corretto e prudente. Ecco, stanza per stanza, quali sono i rischi e come prevenirli. Pentole dimenticate sul fuoco, tappeti disposti alla rinfusa, coltelli lasciati sul piano di lavoro, elettrodomestici utilizzati con le mani bagnate. La lista dei comportamenti errati che spesso si assumono in casa potrebbe essere infinita e la cosa grave è che molte persone, proprio mentre compiono queste azioni apparentemente innocue, non si rendono conto del pericolo.

Dati registrati negli ultimi anni da vari fonti, dall'Organizzazione mondiale della sanità all'Inail, dimostrano infatti l'andamento preoccupante del fenomeno infortunistico in ambito domestico e confermano che i gruppi più colpiti sono casalinghe e bambini; in poche parole, chi in casa passa più tempo. Da qui l'esigenza di una sensibilizzazione maggiore e della diffusione di una cultura della prevenzione.

Così, dopo aver parlato dell'impianto elettrico  e dell'utilizzo del gas, continua il nostro viaggio nella casa sicura e questa volta il tema sono i piccoli incidenti domestici, spesso causati da distrazione e scarsa conoscenza ed evitabili osservando delle semplici norme.

Statistiche alla mano, si nota come i tipi di incidente che si verificano con maggior frequenza siano gli urti, i tagli, le ustioni e le cadute, di solito in cucina, in bagno e sulle scale. Ecco un'ampia panoramica dei possibili pericoli, con un viaggio tra gli ambienti più frequentati di una casa e gli incidenti da cui proteggersi. Cucina
Potenzialmente, ma anche praticamente purtroppo, l'ambiente della casa più pericoloso è la cucina, luogo dove si trascorre molto tempo e oltre a trafficare tra fornelli e elettrodomestici si svolgono attività differenti.
Per questo motivo, il primo accorgimento da tenere è una buona organizzazione dello spazio e una disposizione razionale dei mobili, lasciando accanto ai fornelli una zona utile, per evitare di girare nella stanza con le pentole fumanti in mano alla ricerca di una base di appoggio.

di Ilenia Carlesimo

Fonte: http://temi.repubblica.it/casa/2009/01/28/casa-sicura/

Condividi questo articolo