CHE COSA SONO QUEI "BIOALIMENTI"?

Viviamo in una società non naturale: inquinamento, concimi chimici, raffinazione industriale, cibi in scatola, ecc., ecc., sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole, per non parlare degli stress psicologici del mondo moderno, che letteralmente “consumano” le nostre cellule uccidendole o deteriorandole. Da qui nasce l'esigenza di tornare fondamentalmente ad un'alimentazione più sana e “primitiva” possibile: cibi crudi per assicurare enzimi vivi a cellule vive; abolizione delle cosiddette “calorie vuote” come farine raffinate e zucchero bianco, prodotto chimico quest'ultimo, del tutto privo di elementi nutritivi e vero veleno per l'organismo; moderazione nel consumo del caffè (che è una frustata per il corpo) e delle bevande alcoliche. Tutto ciò comunque non basta: il ritmo a cui consumiamo è molto maggiore di ciò che i nostri cibi anche genuini sono in grado di offrirci. L'alimentazione va perciò integrata con concentrati di cibo ad alta ” densità” vitaminica, proteica, minerale, per andare a colmare i vuoti già in essere, ma soprattutto per impedire che se ne formino. Che cosa sono questi vuoti? In sostanza, secondo la nutrizione ortomolecolare, che letteralmente significa “raddrizzare la molecola” (nutrendola), sono i piccoli o grossi disturbi che ci impediscono di essere in perfetta salute: acne, coliti, sovrappeso, artrosi, diabete, colesterolemia, pressione alta, ulcere, psoriasi, stitichezza ecc.. Qualsiasi disagio fisico e, secondo il premio Nobel Linus Pauling, anche mentale, può essere ricondotto a carenze nutrizionali che determinano il cattivo funzionamento di quella macchina incredibilmente complicata che è il nostro corpo: basta un solo “bullone” mancante per farla inceppare; e i nostri bulloni sono i circa 50 elementi nutritivi che ogni giorno non dovrebbero mancare sulla nostra tavola! Seguono alcune informazioni, tratte dai libri più aggiornati sull'argomento, dei più importanti tra i “magnifici 50& quot;.

                                        INFORMAZIONI SU ALCUNI BIOALIMENTI

ACIDI GRASSI (omega)
Gli acidi grassi essenziali sono componenti fondamentali delle membrane che rivestono le cellule, regolano il tono della parete vascolare, garantiscono l'efficienza del sistema nervoso, affinano i riflessi. Sono chiamati essenziali perché l'organismo umano non riesce a sintetizzarli. Per evitare i disturbi da carenza occorre quindi, assumerli tramite il cibo. Sono acidi grassi essenziali: l'acido linoleico (omega 6); l'acido alfa-linoleico (omega 3). Da questi due acidi grassi, attraverso alcune trasformazioni enzimatiche, ne derivano altri chiamati acidi grassi polinsaturi. In particolare, dall'acido alfa-linoleico si ricavano EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico); mentre dall'acido linoleico vengono ricavati l'acido arachidonico (AA) e l'acido gamma linoleico (GLA). Per ottenere questi acidi di derivazione, importanti per una buona salute, è necessario che l'organismo umano possegga un enzima, l'enzima delta 6 desaturasi che, purtroppo, con l'avanzare dell'età tende ad essere carente.
Di qui la necessità di assumere cibi che contengano questi acidi di derivazione già formati, come: pesce, olio di pesce, olio di borragine, crostacei. Non meno importante è l'acido oleico (omega 9), un acido grasso monoinsaturo che ha la capacità di ridurre il colesterolo totale, diminuendo la quantità di LDL (colesterolo cattivo) e aumentando quella di HDL (colesterolo buono). Contribuisce insieme agli omega 3 e agli omega 6 a mantenere quindi, un più completo benessere generale. Evitano l'accumulo dei grassi più pericolosi, trigliceridi e colesterolo, sulle pareti arteriose, bloccando l'indurimento dei vasi.
Proteggono il sistema cardiovascolare: il sangue, reso più fluido dall'assenza dei grassi cattivi, circola meglio, facendo funzionare bene il cuore e allontanando il rischio di malattie coronariche, ipertensione, aterosclerosi e trombosi. Attenuano le reazioni infiammatorie quali, asma ed artrite reumatoide. Favoriscono la vitalità delle cellule del sistema nervoso centrale, con funzioni antidepressive. Aumentano le difese immunitarie e rafforzano le difese della pelle. Utili nella terapia dell'artrite e di altri disturbi infiammatori. Coadiuvanti nella cura della psoriasi e di altre patologie cutanee.

ALFALFA (MEDICAGO SATIVA)
Da rimedio per i cavalli presso gli arabi, è diventata l'erba per acquistare salute e forza col nome di Al-Fal-Fa, che significa “padre di tutti i cibi”. Le radici di questa pianta sono così profonde (anche 15 metri) da raggiungere minerali inaccessibili alla maggior parte delle piante. Contiene le vitamine A, E, K, B, D, molte proteine e minerali di fosforo, ferro, potassio, cloro, sodio, silicio e magnesio. Ha otto enzimi necessari all'assimilazione del cibo. E' anti-stress, protegge contro le emoraggie perché contiene la vitamina K. Efficace per malattie di stomaco (gastriti, ulcere) perché contiene la vitamina U, la stessa contenuta nel succo di cavolo. E' indicata per scarso appetito, un buon lassativo, un diuretico naturale. Cura l'obesità ed è da provare anche per l'alito cattivo eventualmente con l'Acidophilus.

CARTILAGINE DI SQUALO
L'ultima scoperta, secondo la “Vitamin Bible” di Earl Mindell è la cartilagine di squalo, disponibile in polvere negli opercoli di gelatina, oppure in forma oleosa. Questo integratore alimentare ha mostrato effetti positivi sul sistema immunitario. E' stato scoperto un suo effetto protettore contro le sostanze cancerogene, delle proprietà preventive dell'osteoartrite, delle infiammazioni e dello scleroderma. E a sorpresa, questa sostanza ha migliorato anche l'attività sessuale. Le donne in gravidanza devono consultare un medico prima di assumere cartilagine di squalo.

DOLOMITE
E' una forma naturale di calcio e magnesio che viene assimilata senza bisogno di vitamina D. Raccomandata per casi d'ipertensione o per coloro che seguono diete a basso tenore di sale.

GINKGO BILOBA
E' un albero molto antico ed in Cina è considerato sacro; le parti usate sono le foglie ed i principi attivi sono i flavonoglicosidi. Viene utilizzato per il trattamento dei disturbi circolatori; è un angioattivatore, ha proprietà vasodilatatrici ed aumenta la velocità del sangue nei capillari. Combatte le manifestazioni dell'invecchiamento del sistema circolatorio, come i “problemi mentali” che sopraggiungono in età avanzata, infatti migliora la circolazione sanguigna del cervello e conseguentemente aiuta a risolvere problemi di perdita di memoria, mancanza di concentrazione, disorientamento, declino delle facoltà intellettive e della capacità di giudizio, giramenti di testa, ronzii alle orecchie e morbo di Alzheimer. E' un ottimo antiossidante; viene usato come antistaminico, antiinfiammatorio ed inibitore del PAF (fattore di attivazione piastrinica), quindi riduce la possibilità di infarto, asma, tachicardia, palpitazioni, aterosclerosi e trombosi. Il Ginkgo rinforza i vasi capillari. Aiuta a risolvere i disturbi circolatori ed è quindi indicato per le vene varicose, emorroidi, mani e piedi che formicolano, traumi alla testa, occhi sanguinanti ed impotenza causata da costrizione delle arterie.

GINSENG
E' uno stimolante fisico e mentale usato dai Cinesi da circa 5000 anni come preventivo e toccasana d'ogni male; leggermente lassativo, aiuta il corpo a disintossicarsi ma soprattutto protegge dallo stress. Ha un effetto normalizzante del livello di zucchero nel sangue, della pressione, del colesterolo ecc. ed è preventivo di molte malattie degenerative come aterosclerosi ed artrosi. E' uno stimolante del sistema endocrino che aiuta ad assimilare vitamine e minerali. Alcuni scienziati dicono che l'elemento attivo nel ginseng è un minerale chiamato germanio. Purché sia più efficace è preferibile prenderlo a stomaco vuoto prima di colazione.

GLUCOSAMINA
La Glucosamina è una sostanza naturale che si trova abbondantemente nel corpo umano e si trova in grande quantità nella cartilagine svolgendo un'importantissimo ruolo per la sua salute e resistenza. Il ruolo della cartilagine è quello di agire da ammortizzatore riducendo l'impatto sulle ossa. Contemporaneamente fornisce una superficie che serve da “frizione” per un movimento dell'articolazione che sia regolare, morbido e indolore. Con l'avanzare dell'età perdiamo grosse quantità di Glucosamina e di altre sostanze che si trovano nella cartilagine. Questo causa un deterioramento della stessa facendola diventare fragile e quindi soggetta a danneggiamenti; la sua capacità di assorbire gli urti diminuisce causando dolore e infiammazione delle giunture e dei tessuti connettivi: questo è l'inizio delle varie forme di artrite. Come abbiamo già detto, tutto ciò può essere causato dall' avanzare dell'età, ma questo non è l'unico fattore: eredità genetica, nutrizione inadeguata, obesità e particolari situazioni stressogene, come attività sportive particolari che sollecitano le nostre giunture in maniera eccessiva, possono contribuire al sopraggiungere di artriti o simili. Numerosi sono stati gli studi svolti sulla Glucosamina e i risultati sono stati sorprendenti: riduzione del dolore e miglioramento della struttura cartilaginea, facendo sparire, in alcuni casi non gravi, tutti i sintomi. La Glucosamina è una sostanza alimentare che non ha controindicazioni. Non causa effetti collaterali, come di solito accade usando dei farmaci specifici, ed è particolarmente indicata per trattamenti a lungo termine come per la cura dell'osteoartrite.

CONDROITINA SOLFATO A (CSA)
I glicosaminoglicani sono il materiale predominante della cartilagine e dei tessuti connettivi in generale. Contribuiscono alla formazione di quella matrice extracellulare indispensabile per la lubrificazione e l'elasticità delle giunture e quindi per la loro mobilità. I due glicosaminoglicani più importanti sono la Condroitina Solfato A (CSA) e la Condroitina Solfato C (CSC). Questi sono i componenti principali della matrice extracellulare. Mentre la CSC è concentrata soprattutto nella cornea, la CSA è uno dei componenti principali della cartilagine e affini. Questo elemento svolge un'importante azione anti-infiammatoria e diversi studi hanno dimostrato che aiuta la risposta immunitaria facilitando la guarigione delle ferite. Ci sono inoltre forti teorie che ipotizzano l'efficacia di questa sostanza nel riparare la cartilagine e i tessuti connettivi, rinforzando la capacità del corpo di auto-ripararsi e di prevenire danni futuri. La condroitina solfato lavora in sinergia con la glucosamina innalzandone l'efficacia sulla salute delle cartilagini.

KELP (FUCUS VESICULOSUS – ALGA BRUNA)
E' un'alga straordinaria, ricchissima di vitamine (gruppo B, D, E) e minerali tra cui calcio, magnesio, ferro ecc.. E' quindi un rimineralizzante importantissimo soprattutto per il contenuto di iodio il quale ha un effetto normalizzante sulla tiroide (aiuta a diminuire o ad aumentare di peso, a seconda dei casi). Aiuta i ricambi, è dimagrante e valido per combattere cellulite, reumatismi, obesità, linfatismo, asma, alta e bassa pressione, pelle secca, capelli fragili e opachi. E' utile anche in caso di digestione lenta e stitichezza.

SPIRULINA (SPIRULINA PLATENSIS – SPIRULINA MAXIMA)
Le spiruline, alghe di acqua dolce chiamate anche alghe azzurre sono, al contrario dell'alga kelp, prive di iodio. Contengono però alte quantità di minerali quali ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, zinco e potassio, oltre a numerosi elementi in traccia. Contengono praticamente tutte le vitamine ma sono particolarmente ricche di Vitamina A e di Vitamina B-12. L'aminoacido di particolare rilievo nelle spiruline è la fenilalanina, che stimola l' emissione da parte della corteccia cerebrale della colecistochinina, sostanza conosciuta per la sua azione di attenuante dell'appetito. Perciò la spirulina va spesso usata nelle diete dimagranti.

LECITINA
La lecitina consiste di lipidi combinati con fosforo continuamente prodotta dal fegato, da cui passa nell'intestino e poi nel sangue. Aiuta le cellule a rimuovere i grassi ed il colesterolo dal sangue e ad utilizzarli; aumenta la produzione di acidi biliari, costituiti da colesterolo, che viene così ridotto. Serve da materia strutturale per ogni cellula del corpo, particolarmente per quelle del cervello e dei nervi;è un potente emulsionante dei grassi saturi ed è importante per prevenire e correggere l'aterosclerosi; aumenta l'immunità nei confronti delle infezioni da virus; previene la formazione dei calcoli alla cistifellea. Contenendo anche colina, migliora le funzioni cerebrali.

LUTEINA
La luteina è un carotenoide, appartenente alla famiglia delle xantophillae ed è presente in quantità significative nella regione maculare della retina responsabile della acuità visiva. La luteina, oltre a combattere i radicali liberi che contribuiscono al processo di invecchiamento, aumenta la densità ottica del pigmento maculare. E' presente in molti vegetali, in particolare nelle verdure a foglia verde come spinaci e cavoli. Oltre a svolgere un'importante azione antiossidante, la sostanza forma i cosiddetti pigmenti maculari, una sorta di filtro che impedisce alle radiazioni nocive (la cosiddetta ‘luce blu di raggiungere e danneggiare il tessuto sensibile della retina. Proprio la macula è il bersaglio di una malattia invalidante, la Degenerazione Maculare Senile, che risulta essere la prima causa di cecità nelle persone con più di 50 anni.

OLIO DI FEGATO DI MERLUZZO
E' una fonte naturale di vitamina A e vitamina D, nota vitamina antirachitica, che l'organismo usa per fissare il calcio. E' di aiuto non solo ai bambini, ma anche agli anziani, che hanno bisogno di disponibilità di calcio nell'organismo. Fa bene oltre che alla pelle, agli occhi, le ossa, e il cuore. Contiene infatti grasso polinsaturo che combatte i coaguli del sangue e l'indurimento delle arterie.
Fonte: http://www.alfaomegaeditrice.com/

Condividi questo articolo