Coltiviamo le Ortensie

L'Hydrangea macrophylla, comunemente chiama ortensia, è un bell'arbusto perenne che si spoglia in inverno e riprende a vegetare in primavera. L'Hydrangea macrophylla è una pianta originaria del Giappone, mentre la maggior parte delle ortensie sono originarie della Cina. La fioritura abbondante e spettacolare dura da giugno a settembre, i fiori secchi sono molto decorativi e restano sulla pianta durante la brutta stagione. Le piante più giovani che hanno meno di 2 anni sono sensibili alle gelate, vanno perciò protette con tnt (tessuto non tessuto) da novembre a febbraio.

Esiste un'ortensia rampicante, l'Hydrangea petiolaris che si attacca su muri e graticci in poco tempo, è una varietà dai fiori spettacolari. La sua coltura è molto semplice, non teme il freddo e cresce bene anche all'ombra. Nei primi 3 anni la crescita della pianta è assai lenta, ma poi comincerà a crescere senza fermarsi.

Coltivazione
Questi arbusti necessitano di essere coltivati in terriccio specifico per piante acidofile, abbastanza drenato. Si coltivano a mezz'ombra, in un posto fresco. Bisogna innaffiarle spesso nel periodo estivo, in modo che tra un annaffiatura e un'altra il terreno rimanga sempre umido. Vanno concimate in primavera e in estate, una volta a settimana aggiungendo un concime liquido all'acqua d'irrigazione. Le ortensie hanno una crescita abbastanza veloce, gni anno cresce di 30-50cm e in buone condizioni può crescere fino a 3 metri di altezza.

Potatura
Nei climi freddi è bene potare a fine inverno in modo che i rami, le foglie e tutte le altre parti secche della pianta, che poi andranno tagliati, proteggano dal freddo i rami più giovani. Nelle regioni a climi miti, si può potare subito dopo la fioritura per permettere alla pianta di emettere delle gemme laterali per l'anno successivo.

Rinvaso

L'ortensia può anche essere coltivata nei vasi, in questo caso i vasi devono misurare 30 cm di larghezza, inoltre non devono essere esposte al sole. Il terreno deve essere ben drenato, in fondo al vaso è bene mettere dell'argilla espansa in modo che l'acqua in eccesso defluisca facilmente.

Malattie o parassiti
Le ortensie sono spesso soggette alla cocciniglia che attacca i rami della pianta favorendo il marciume delle foglie. In inverno bisogna usare un insetticida anti-cocciniglia che va applicato in maniera sistematica.

Avversità

E l'ortensia blu? Spesso si tratta di varietà a fiore rosa che sono state coltivate in un terreno molto acido. Sul mercato si possono trovare prodotti specifici a base di solfato d'alluminio che stimolano la fioritura. Le varietà di ortensie blu come la ‘Blaumeise', ‘Blue Wave', ‘Bodensee', ‘Adria' ecc.. coltivate in terreno quasi neutro assumono una colorazione viola, molto decorativo.

Autore: @rtu

Fonte. http://giardinaggio.efiori.com

Condividi questo articolo