Come lavare un capo d'angora

Con i capi in pelle, quelli di lana d'angora sono davvero splendidi: la loro caratteristica morbidezza, accompagnata dall'aspetto voluminoso, come un caldo abbraccio, ci coccolano dolcemente, nelle fredde giornate d'inverno! D'altro canto, è bene comunque sottolineare che questa preziosa lana, è molto delicata, infatti, la sua fibra, ha uno spessore veramente sottile, nell'ordine dei micrometri e proprio per questa mancanza di resistenza, viene usata per produrre filati, solamente insieme con lana fine, mohair, o seta.

Proprio in funzione di queste particolari caratteristiche, è bene seguire delle regole base, per il lavaggio e l'asciugatura dei capi d'angora, onde evitare di rovinarli: ecco quindi, come fare a lavare un capo d'angora dalla A alla Z.

Istruzioni

  • lavare il capo, solo quando ne ha davvero bisogno, evitare quindi di lavarlo troppo spesso ma solo quando è necessario, per evitare di rovinarlo e usurarlo eccessivamente;.
  • il capo d'angora rigorosamente va lavato a mano, in acqua fredda o tiepida: evitare il lavaggio a secco e in lavatrice. Considerando che l'angora e la lana sono fibre proteiche animali, come i nostri capelli, possono essere lavate efficacemente con il detersivo ma anche con lo shampoo. E& apos; bene procurarsi un agente lavante che sia a pH neutro o leggermente acido ed evitare candeggianti e detersivi che contengano i medesimi agenti;
  • evitare di strofinare con vigore il capo lavandolo ma massaggiare con delicatezza;
  • dopo aver lavato il capo, sciacquarlo in acqua fredda per rimuovere ogni residuo di sapone, maneggiando con cura il capo;
  • è bene prestare particolare attenzione affinché, l'acqua non sia ghiacciata, in quanto, la combinazione acqua gelata ” sapone potrebbe danneggiare le fibre, facendo infeltrire il capo o perdendo colore;
  • dopo aver risciacquato il capo, non bisogna assolutamente strizzarlo o torcerlo ma semplicemente arrotolarlo in un asciugamano e tamponare delicatamente, per rimuovere l' acqua in eccesso;
  • infine, per asciugarlo, è assolutamente sconsigliabile usare l'asciugatrice o esporlo ai raggi diretti del sole, come altresì, è assolutamente sconsigliato, appendere il capo con le classiche mollette: per non correre il rischio di rovinarlo irrimediabilmente, è buona norma farlo asciugare stendendolo in orizzontale, all'ombra;
  • ricordarsi inoltre, che i capi d'angora non vanno mai stirati e per conservarli ottimamente, è bene ripiegarli in modo ordinato e riporli in un armadio o su uno scaffale dove ci sia un certo ricambio d'aria.

Ecco invece, un ottimo consiglio per sconfiggere i famigerati ed odiosi pelucchi, che minano lo splendore dei capi d'angora e per giunta, restano attaccati ovunque: chiudere il capo in un sacchetto per indumenti e metterlo in freezer o in frigorifero, per almeno 2 o 3 ore prima di indossarlo.

Trascorso questo tempo, dato che il capo sarà un po' freddino, attendere che si scaldi un pochino a temperatura ambiente ed indossarlo, come di consueto … i pelucchi non si faranno vedere e il capo d'angora, si farà rimirare in tutta la sua perfezione!

Scritto da Michela Galli

Fonte: comefare.com

Condividi questo articolo