COME LIBERARSI DAGLI ACARI DELLA POLVERE

La pulizia del pavimento, dei mobili, dei tavoli e in generale di tutti gli oggetti inaccessibili alla polvere devono essere eseguite con un panno bagnato di un detergente comune a base di alcool oppure di un disinfettante comune . Si deve evitare assolutamente di spolverare o spazzare a secco; oltre a non asportare la polvere questa viene immessa nell'aria e si favorisce una maggiore inalazione di particelle. Esimersi inoltre dall'utilizzo di prodotti per mobili che ostacolano il depositarsi della polvere.


I divani, le poltrone, i paralumi, i materassi, i cuscini, le imbottiture delle sedie e dei mobili, le parte esterna dei libri e in generale tutti gli oggetti che non possono essere puliti con il panno bagnato devono essere trattati con l'aspirapolvere in tutte le loro parti, costantemente almeno 2-3 volte la settimana.
Per fare in modo che l'aspirapolvere sia realmente efficace bisogna scegliere, tra gli apparecchi in commercio, quelli dotati dei microfiltri (filtri HEPA) in grado di trattenere anche le particelle più piccole che sono quelle più importanti per chi soffre di allergia; il sacchetto di carta o tela normalmente in dotazione non é assolutamente sufficiente, anzi tende ad aumentare la concentrazione di particelle allergeniche nocive nell'ambiente domestico.
Non devono assolutamente essere utilizzati, ed eventualmente rimossi se già presenti, materassi, cuscini, poltrone e mobili imbottiti contenenti materiali di provenienza animale o vegetale quali kapok, canapa, crine vegetale, fieno, paglia, lana, piume, cotone, iuta, ecc. Anche i materassi a molle sono ricoperti con uno strato di lana, cotone o altra fibra. Fare attenzione ai materassi e cuscini presentati come anallergici; informarsi sempre sui materiali utilizzati dal fabbricante. Il materasso e il cuscino ideale é quello in lattice di gomma non rivestito che non permette la penetrazione della polvere. Esistono inoltre fodere, per materassi e cuscini, di materiale traspirante ed impermeabile alle particelle di polvere. Queste fodere sono molto attive come barriera se sono costruite in goretex o polipropilene, hanno costi non altissimi e sono molto buoni in caso di viaggio. Secondo il numero di lavaggi cui sono sottoposte e comunque dopo alcuni anni devono essere rinnovate.
I tendaggi pesanti, la moquette, i tappeti, la carta o la stoffa da parati non sono assolutamente consentiti. Nel caso in cui lo siano già e non ce se ne voglia privare devono essere trattati sistematicamente con l'aspirapolvere e con gli acaricidi.

Criceti e altri piccoli roditori, cani, gatti ed uccelli non devono essere tenuti in casa. Gli animali già presenti devono essere allontanati o tenuti scrupolosamente puliti. Ogni 3-4 giorni la biancheria dei letti deve essere cambiata e lavata almeno a 60°.
Materassi, coperte e copriletti devono essere esposti alla luce del sole più frequentemente possibile.
La casa deve essere arieggiata a lungo durante il giorno, anche in inverno. L'umidità degli ambienti deve essere mantenuta non superiore al 40-50%, evitando l'uso di umidificatori sui caloriferi o ambientali, convogliando i vapori del bagno e della cucina fuori dalle finestre, tenendo in casa il minor numero di piante. In casi particolari può essere utile l'uso dei de-umidificatori. I pupazzi di stoffa o di pelouche presenti nelle stanze dei bambini devono essere ridotti di numero il più possibile (al massimo 2), trattati con l'aspirapolvere e possibilmente lavati con disinfettanti generici periodicamente ogni 15 giorni. Devono essere preferiti oggetti in materiale plastico o legno.
I sistemi di aerazione e condizionamento devono essere forniti di un microfiltro sulla mandata dell'aria. La temperatura del riscaldamento domestico non deve essere superiore ai 20° ed i radiatori e le loro eventuali protezioni devono essere puliti dalla polvere.
Sono disponibili prodotti ad azione acaricida specifica (non insetticidi). Tali prodotti vanno utilizzati qualora non sia possibile attuare qualcuna delle precauzioni suddette e comunque con il consiglio dell'allergologo. Anche gli insetticidi uccidono gli acari ma considerata l'elevata tossicità ed il rischio di selezionare varietà resistenti ne scoraggia l'uso.

Fonte: www.salus.it/allergie/acari

Condividi questo articolo