Come pulire la cappa della cucina

Molti, se non tutti i lavori domestici, sono noiosi e antipatici da fare e bisogna proprio essere di luna buona per mettersi all'opera, soprattutto è necessario avere il tempo per poter fare le faccende con calma e metterci l'olio di gomito, perché una botta e via non serve a nulla! Alcuni di questi lavori domestici, particolarmente ostici, sono pulire il forno e la cappa della cucina!

Tutti i giorni si cucina almeno due volte al giorno e in teoria, terminato il pranzo e la cena, si dovrebbe pulire e disinfettare fornelli, forno e lavandino, ma per avere la cucina davvero  pulita ed efficiente, almeno una volta al mese, è necessario dedicarsi alla pulizia della cappa.
Cucinando, infatti, si creano odori e vapori che si disperdono verso l'alto e vengono assorbiti dal filtro, che senza la dovuta manutenzione, non lavora correttamente e favorisce il ristagno dli odori e di spessori di sporcizia ma soprattutto il proliferarsi di batteri.
Le cappe attualmente in commercio, oltre che ad essere un'innovazione nella forma e nel design, sono molto maneggevoli, facili da smontare e velocissime da pulire, per cui cambiare periodicamente il filtro, onde mantenere la sua funzione assorbente, non è un problema di praticità ma solo di memoria!


Ecco quindi, alcuni pratici consigli, per pulire nel modo giusto, la cappa della cucina:


•    mettersi un paio di guanti monouso;
•    togliere il coperchio della cappa, rimuovendo le viti ai 4 lati, oppure i ganci e sfilare il coperchio;
•    procurarsi un prodotto sgrassante e dell'aceto, per eliminare l'unto che si è accumulato;
•    per rimuovere lo sporco più ostinato, far ricorso a delle spugnette, tipo quelle che si usano per lavare i piatti, onde rimuovere ogni incrostazione;
•    per la pulizia del coperchio, immergere in un secchio, ove è stata preparata dell'acqua calda, con un bicchiere di aceto, uno strofinaccio, strizzarlo e passarlo più volte sul coperchio, onde ammorbidire le incrostazioni;
•    detergere quindi, con il prodotto sgrassante ed una spugnetta per i piatti il coperchio. Se le incrostazioni faticano ad andarsene, ripetere l'operazione più volte: si raccomanda solo far attenzione, a non metterci troppa energia, onde evitare di rimuovere eventuali decorazioni.
•    terminato di sgrassare e di passare lo strofinaccio e le spugnette, asciugare la superficie, con un panno di cotone ed in ultimo, cambiare il filtro e risistemare il coperchio, avvitando le viti o chiudendo i ganci, della cappa.

Ecco ora solo una chicca, se per caso, al momento di iniziare i lavori di pulizia della cappa, ci rendiamo conto di non avere in casa il detersivo sgrassante, possiamo usare in alternativa, del bicarbonato, disciolto in acqua calda, con un bicchiere di coca cola.
Il bicarbonato e la coca cola, sono davvero dei preziosi alleati in casa, in quanto ai lavori domestici, per pulire e sgrassare i punti più ostici e spesso nascosti!
Fonte: comefare.com

Condividi questo articolo