Curface: ovvero come produrre sedie e tavoli dai fondi di caffè

Dopo aver proposto le varie possibilità e le alternative “casalinghe” di riuso dei fondi di caffè oltreché alcune originali idee di riciclo di questo materiale di scarto organico, torniamo sull'argomento per presentare ora un progetto di riciclo su larga scala legato all'industria del mobile e del design. La Re-worked, un'azienda inglese fondata da un gruppo di designer ed ingegneri che si occupano di coniugare il design industriale e le tecnologie verdi, ha trovato un modo per realizzare con i fondi di caffè niente di meno che tavoli e sedie.

Infatti proprio i fondi di caffèmiscelati a plastica riciclata post-consumo sono i principali ingredienti di un nuovo materiale chiamato çurface (nome che è un mix tra Coffee + Surface) utilizzando il quale l'azienda in questione realizzerà una nuova serie di mobili.

I fondi di caffè da utilizzare nel processo di trasformazione provengono da uffici, caffetterie, e fabbriche, ma anche dagli scarti di aziende alimentari inglesi.

Essi vengono puliti e sterilizzati e successivamente miscelati, con plastica proveniente da rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Gli scarti di materiale plastico vengono forniti e lavorati dalla Axion Polymer, un'azienda specializzata nel riciclaggio di prodotti in plastica.

Vengono così ottenute le lastre di çurface che risultano quindi composte al 99% di materiale riciclato e, secondo chi le ha toccate, offrono una nuova sensazione tattile, qualcosa di molto simile ad un incrocio tra la pelle ed il legno. Naturalmente sono di colore marrone e, come si può immaginare, emanano l'aroma del caffè.

Adam Fairweather, direttore responsabile di Re-worked afferma: ” Il caffè è ormai un prodotto globalizzato ed è un simbolo della cultura contemporanea; per questo motivo abbiamo scelto di ri-utilizzare e trasformare gli scarti che da esso derivano per comunicare con forza il messaggio che il design può essere ecologico, sostenibile e funzionale nello stesso tempo”.

Alla Re-worked sono convinti che il nuovo materiale çurface avrà grandi potenzialità di mercato; la sua materia prima infatti non manca: gli scarti del caffè sono abbondanti (solo in Gran Bretagna se ne consumano 14.000 tonnellate al mese) ed essi possono essere facilmente separati e riciclati per un utilizzo alternativo.

L'azienda produttrice intende proporre inizialmente questo tipo di arredo a catene di bar e caffetterie, così da sensibilizzare in maniera intelligente e concreta i consumatori al riciclo ecosostenibile. I clienti di questi locali quindi sorseggeranno il loro caffè ben sapendo che gli scarti potranno avere una seconda vita e non finiranno nella discarica.

Paola Valeri

Idee dal Mondo per riutilizzare i fondi del Caffé

Scritto da Chiara Fornaro

I fondi del caffè, lo sappiamo sono rifiuti organici che possiamo tranquillamente riciclare nei bidoni dell'umido e utilizzare per fare il compost in quanto sono ideali come fertilizzanti naturali poiché aumentano l'acidità del suolo, ma rappresentano anche una grande risorsa che può venirci in aiuto in molte situazioni quotidiane come ingrediente principale di tanti piccoli rimedi naturaliper la detergenza della persona, della casa o oggetto di un riciclo creativo ancora più originale.

Whitney Kakos, manager di Cafédirect, la più grande azienda Fairtrade del Regno Unito, ad esempio, ci suggerisce alcune idee per riutilizzare i fondi del caffè. Il suo ruolo prevede anche il sostegno a progetti come AdapCC (Adaptation for Smallholders to Climate Change) che supporta i produttori di caffè e tè nello sviluppo di strategie per far fronte ai rischi e agli impatti del cambiamento climatico.

E allora, prima di buttare i fondi del caffé nel vostro bidone per i rifiuti organici, chiedetevi se possono esservi utili come:

  • ECO ESFOLIANTE: i fondi del caffè sono un ottimo esfoliante naturale per la pelle. Basta applicare sul corpo con movimenti circolari, massaggiare e risciacquare.
  • CAPELLI LUMINOSI: dedicato a chi ha i capelli scuri. Se volete una chioma super lucente, prima dell'ultimo risciacquo dei capelli applicate del caffè avanzato e vedrete che risultato!
  • RIMEDIO ANTI-LUMACHE: per tenere lontane le lumache dalla vostra bella insalata senza ricorrere ai pesticidi, come vi avevamo suggerito anche noi nell'articolo sugli anti-parassitari naturali, spargete un po' di fondi di caffè.
  • ALLONTANARE I GATTI: siete stanchi del gatto che continua ad utilizzare i vostri vasi pieni di fiori come se fossero una lettiera? Allora spargete intorno ai fiori fondi di caffè e bucce d'arancia…vedrete che il gatto non si avvicinerà più.
  • MAI PIU' ODORI NEL FRIGO: per eliminare in modo eco-compatibile gli odori dal vostro frigorifero basterà mettere una tazzina contenente i fondi di caffè.
  • VIA GLI ODORI DALLE MANI: dedicato ai cuochi eco-friendly: per eliminare dalle mani gli odori sgradevoli consigliamo di strofinarle con i fondi del caffè.
  • VIA I GRAFFI DAI MOBILI: il graffio ora c'è e dopo non c'è più! Eh, si…i fondi di caffè servono anche a questo: eliminano i graffi dai vostri mobili.
  • FUNGHI: i vecchi fondi di caffè sono ricchi di sostanze nutritive e quindi rendono il terreno ideale per la crescita e la coltivazione dei funghi.

E ora leggete cosa abbiamo trovato.

DALLA TAZZINA…AL PIATTO: gli Olandesi, che sono molto eco friendly, una ne pensano e cento ne fanno! Questa volta hanno trovato il modo di riciclare in maniera creativa i resti del caffè: Matthijs Vogels, con la sua attività Sprout Design, raccoglie grandi quantità di caffè che rimangono nella moka o nella macchinetta e dopo operazioni di pulitura, procede a pressarlo su degli stampini con l'aiuto di una macchina appositamente costruita. Vengono così prodotti “contenitori di caffè”, cioè fatti proprio con il caffè. La linea di piatti, barattoli, vasetti tutti fatti di caffè e riciclabili al 100%, si chiama Cup ‘a coffeee, a differenza delle normali stoviglie, questi oggetti, una volta rotti o rovinati, potranno essere riutilizzati come concime per l'orto di casa.

LA STAMPANTE CHE USA IL CAFFE' AL POSTO DELL'INCHIOSTRO: per finire, vi segnaliamo l'invenzione innovativa del coreano Jeon Hwan Ju: la stampante che non usa inchiostro, ma fondi di caffè. Si chiama RITI coffee printer ed è a tutti gli effetti eco-sostenibile.

Fonte: www.greenme.it

Condividi questo articolo