Daniela Terigi AI CONFINI DEL MARE

Dove nascono cielo e terra II filosofo cinese Lao Tzu ne “La regola celeste” scriveva: ” La porta del misterioso femminino è ciò da cui nacquero il cielo e la terra. E sempre dentro di noi. Attingi quando vuoi a questa fonte, non si prosciugherà mai”.Questa sembra essere la strada intrapresa da Daniela Terigi nel suo piccolo libro “Ai confini del mare”, una sorta di scrigno dove si alternano poesie e acquarelli.

I Varcare la porta del misterioso femminino implica che ci scrolliamo di dosso tutte le ansie, le paure e le frenesie del nostro tempo e infatti in questi versi l'autrice ora si trasforma in frutto ora nella notte oscura, in insetto, nei quattro elementi, in conchiglia o in foglia per meglio carpire i segreti, i profumi, gli umori e le emozioni che la Grande Madre offre agli animi aperti ad ascoltarla. Un viaggio nei millenni, alle origini del mondo, ma nello stesso tempo un viaggio nell'anima. E ciò è possibile perché l'uomo, corpo e anima, per l'omeopatia, ramo della medicina in cui è specializzata la Terigi, è concepito come un microcosmo regolato in proporzione dagli stessi meccanismi che regolano l'universo.

S.M.

Daniela Terigi è nata a Montevideo (Uruguay) il 28 ottobre 1959. Si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Pisa nel 1990. Si è specializzata in Anestesia e Rianimazione presso l'Università di Siena e in Omeopatia/ Omotossicologia e Discipline Integrate a Milano. Nel 1990

Condividi questo articolo