FERRI DA STIRO CON CALDAIA A PARTE "Una marcia in più"

Per non soccombere sotto quintali di indumenti da ripassare, scegliete un ferro da stiro in grado di produrre molto vapore: sara' piu' veloce ed efficace. Tra i modelli del test, dotati di generatore di vapore, diversi assicurano buoni risultati a un prezzo accessibile. Più vapore produce, meno tempo ci si mette a stirare. è proprio questo il vantaggio dei ferri da stiro con caldaia: grazie a un serbatoio dell'acqua, separato dal ferro vero e proprio e più capiente rispetto a quello incorporato nei ferri classici, sono una fonte quasi inesauribile di vapore.

 Inoltre alcuni modelli recenti hanno un vantaggio in più: si può ricaricare d'acqua il serbatoio senza dover spegnere il ferro da stiro e aspettare che scendano temperatura e pressione della caldaia. Un bel risparmio di tempo. Nel nostro test, sette modelli su dieci utilizzano il nuovo sistema.

Come son fatti

Abbiamo testato in dieci modelli gli aspetti che più incidono sulla comodità di chi stira.

Il peso. In generale, più pesante è il ferro, meglio si stira. Quelli con caldaia pesano leggermente meno dei modelli classici, perché il serbatoio d'acqua è staccato dal ferro vero e proprio. Il peso del ferro compreso il cavo va da circa 1 chilo a 1 chilo e 340 grammi.

Materiale della piastra. La qualità della stiratura è determinata non solo dalla grandezza della piastra, ma anche dal tipo di materiale da cui è formata.

In generale, le piastre che assicurano il risultato migliore sono quelle ricoperte di teflon o smalto. Tra i modelli testati, solo la piastra di Philips GC 7020 è smaltata, gli altri ferri da stiro hanno la piastra in acciaio inossidabile o alluminio non ricoperta.

Il serbatoio dell'acqua. Sette modelli dispongono di un serbatoio a ricarica continua: non è quindi necessario spegnere la caldaia per aggiungere acqua. Con questo metodo si risparmia ovviamente molto tempo quando si stira. Tra i ferri da stiro sei modelli offrono un'altra comodità: permettono di estrarre il serbatoio dalla base quando è giunto il momento di riempirlo d'acqua. Anche la grandezza del serbatoio è importante: in generale più è grande, meno frequentemente si dovrà riempirlo di nuovo. Tuttavia l'autonomia di un ferro dipende anche dal flusso di vapore. Nei ferri testati la capacità del serbatoio varia da 0,69 litri di Philips GC 7020 a 1,14 litri di De' Longhi Pro 1100. Da notare che con i ferri da stiro a ricarica continua questo aspetto perde d'importanza.

Tutti gli apparecchi possono utilizzare senza problemi l'acqua del rubinetto, anzi quella demineralizzata a lungo andare potrebbe generare fenomeni di corrosione.

Regolazione del vapore. La maggior parte dei ferri dispone di un pulsante per regolare il flusso di vapore.

Istruzioni. I libretti sono stati valutati tenendo conto della completezza delle informazioni, della leggibilità della stampa e della facilità di consultazione. Imetec si aggiudica una valutazione negativa perché il libretto è scritto in 23 lingue ed è quindi più difficile e scomodo trovare la propria. Inoltre contiene le istruzioni per l'uso di più modelli e non è semplice identificare il proprio. Il libretto di istruzioni di De' Longhi ha il difetto di riunire tutte le avvertenze in una grande pagina, senza illustrazioni e con scritte dai caratteri molto piccoli. Ariete Stiromatic non stop 4390 merita un giudizio mediocre perché le righe di testo sono troppo ravvicinate e le pagine del libretto sono piegate e quindi non molto pratiche da consultare.

All'asse da stiro

Tempo e qualità di stiratura sono gli aspetti più importanti per valutare i ferri da stiro dal punto di vista pratico. Abbiamo misurato la temperatura della piastra per ogni diversa posizione del termostato: è importante che non sia troppo bassa (altrimenti ne risentono in negativo le prestazioni) né troppo alta (possibili danni ai vestiti). Con i ferri da stiro del test non ci sono state sorprese.

Velocità di stiratura. Professionisti e non, persone con abilità ed esigenze diverse, hanno stirato diversi capi di un guardaroba. Abbiamo misurato il tempo necessario per portare a termine il lavoro. Questa prova è la più importante fra quelle messe in campo per giudicare le prestazioni. I modelli del test nel complesso sostanzialmente si equivalgono.

Qualità della stiratura. Lo stesso guardaroba, dopo la stiratura, è stato valutato da esperti. Quattro modelli hanno meritato un giudizio buono, gli altri non sono andati oltre la sufficienza.

Tempi di attesa. Abbiamo tenuto conto del tempo di raffreddamento, necessario per riempire nuovamente il serbatoio, dell'autonomia (quanto tempo passa prima che si debba aggiungere nuovamente dell'acqua) e del tempo utile per raggiungere una temperatura idonea alla stiratura. I giudizi sono buoni o ottimi per i ferri da stiro con ricarica continua. Tre modelli vanno male perché, essendo privi del sistema a ricarica continua, hanno un'autonomia di circa un'ora, trascorsa la quale si deve spegnere il ferro e aspettare che la caldaia si raffreddi prima di poter riempire di nuovo il serbatoio dell'acqua.

Facilità d'uso. Accensione, praticità, facilità di riempimento dell'acqua, autonomia e pulitura sono gli aspetti valutati. Nessun apparecchio è stato bocciato.

Durata di vita. Abbiamo simulato l'utilizzo dei ferri da stiro per 4 ore alla settimana e per un periodo di poco superiore a un anno, in tutto 250 ore. Quattro modelli meritano un giudizio ottimo perché hanno superato le 250 ore di stiratura. I ferri da stiro che in questa prova non hanno raggiunto neppure le 200 ore di funzionamento (in media su 3 campioni) hanno meritato un giudizio insufficiente in tabella.

Sicurezza. Ogni modello è stato sottoposto a controlli per verificare se rispetta tutte le norme in materia di sicurezza elettrica, meccanica e termica. è stata valutata anche la temperatura dell'apparecchio per verificare se si scalda troppo. I modelli del test non creano problemi.

Alcuni ancora cari

Il ferro da stiro con caldaia è molto più caro di un ferro a vapore tradizionale, che in media costa circa 50 euro. Quindi, prima di acquistarne uno, pensate bene alle vostre esigenze di stiro (se ogni giorno avete pile di biancheria, può valerne la pena). Fra i vari modelli si va dai 79 euro di Ariete Stiromatic Professional e Imetec ai 239 euro di Rowenta DG940, paradossalmente ultimo in classifica.

Facili per le persone in difficoltà?

Facili per le persone in difficoltà?

Abbiamo verificato quali difficoltà devono affrontare le persone con problemi motori e visivi con un ferro da stiro con caldaia separata.

” Il problema maggiore per le persone costrette su una sedia a rotelle è in realtà rappresentato dall'asse da stiro più che dal ferro: nella maggior parte dei casi infatti l'asse ha due aste in ferro che s'incrociano per regolare l'altezza e che rendono impossibile alla sedia a rotelle scivolare sotto. Anche le persone con problemi di equilibrio e che preferirebbero stirare da seduti devono affrontare la stessa difficoltà.

” Le persone che hanno difficoltà ad afferrare e stringere oggetti possono riscontrare dei problemi con questi ferri, perché sono pesanti da trasportare e sistemare. Anche avvitare e svitare il tappo del serbatoio può essere un'impresa difficoltosa. La soluzione è tenere sempre il ferro da stiro già pronto per l'uso e scegliere i modelli con serbatoio estraibile, più facili da riempire e svuotare.

” Le persone con problemi visivi hanno bisogno di indicatori precisi e chiari e deve essere facile controllare la quantità d'acqua nel serbatoio. In queso caso scegliete i modelli che hanno scritte grandi e spie luminose dai colori contrastanti.

Miglior-Acquisto

Un ferro da stiro con caldaia produce molto vapore e questo indubbiamente rende più veloce e facile stirare. Questo tipo di ferro costa di più rispetto al modello clasico, quindi dovete valutare il carico di indumenti che dovete stirare ogni giorno per capire se vi è davvero necessario. Nessun modello ha creato problemi di sicurezza. Tra i modelli del test comunque si può acquistare un buon ferro da stiro con meno di 100 euro.

Philips GC 7020 (174-200 euro) si è aggiudicato il riconoscimento di Migliore del Test, arrivando a sfiorare un giudizio ottimo. Ariete Stiromatic Professional 3000 Pro 6260 (79-96 euro) e Imetec Iron Max Compact 2200 (79-92 euro) ricevono il titolo di Miglior Acquisto. De' Longhi Pro 110 (84,90 euro) è un modello a ricarica continua dal prezzo interessante.

Fonte: Altroconsumo

Condividi questo articolo