FORNO: A gas microonde o elettrico?

Scegli il forno che meglio soddisfa le tue esigenze culinarie, tenendo però d'occhio i consumi e la sicurezza L'equilibrio Accendi il fuoco: risparmi energia e cuoci più saporito II forno elettrico è presente nel 31% delle abitazioni delle famiglie italiane, con una forte crescita anno dopo anno. Solo nel 16% delle case troviamo anche quello a microonde. Il forno a gas invece, anche se sempre più spesso soppiantato da quello elettrico, con il 69% di presenze rimane ancora il più diffuso.

Perché? Non bastano i pregi culinari, ne il miglior modo in cui l'energia diffonde calore nel forno, ne la maggiore sicurezza dell'elettricità rispetto al gas: il costo del forno elettrico è più alto, anche se negli ultimi 10 anni quelli di nuova generazione hanno abbattuto i consumi del 17%. E quello a microonde? I suoi limiti lo confinano prevalentemente nel regno del precotto e del surgelato. Si può concludere dicendo che la grande cucina italiana, che preferisce il gas, è attenta non solo alla tradizione, alla varietà e alla qualità, ma anche ai costi.

I Più:

A GAS

E' sicuramente il più conveniente per quanto riguarda i consumi: costa II 60% in meno degli altri. Inquina meno l'atmosfera di quello alimentato a elettricità se questa viene prodotta con la combustione di carbone e petrolio.   & nbsp;       

   A  MICROONDE

Consente un elevato risparmio di energia: consuma 600 watt all'ora e il tempo di cottura risulta dal 10 al 25%

inferiore agli altri forni. Ottimo per surgelati, cibi precotti e per cucinare senza grassi pesce, legumi, frutta ecc.

ELETTRICO

Grazie alla ventola che ormai tutti i nuovi modelli hanno, la temperatura rimane costante e viene distribuita in tutto il forno. II tempo di cottura è più breve e questo compensa in parte il suo alto.

               

I MENO:

A GAS

Non permette una facile e precisa regolazione della temperatura, cuoce Tieno uniformemente richiede quindi più tempo per la cottura.

A MICROONDE

- Non fa lievitare torte e soufflé, solo quelli con il grill possono “dorare” gli alimenti e non è l'ideale per cuocere là carne.

- I cibi di facile e rapida preparazione comportano imballaggi che ingrossano il cumulo di rifiuti che già produciamo< /P>

ELETTRICO

I SUOI CONSUMI SONO INDIBBIAMENTE MOLTO ALTI: SI PARLA, MEDIAMENTE DI 1500 WATT ALL'ORA DI ENERGIA ELETTRICA, Più del doppio di quello a microonde.

BUONE ABITUDINI

• Vuoi risparmiare?

Spegni il forno,elettrico o a gas,qualche minuto prima della fine delle cottura: i cibi continueranno a cuocere grazie alla temperatura elevata che rimane nel forno

• Meglio subito

Se pulisci il forno quando è ancora caldo.ogni volta che Io usi, farai meno fatica e non dovrai usare prodotti specifici che sono molto aggressivi nocivi e inquinanti.

• Aria, aria, aria!

Dove c'è un apparecchio a gas è fondamentale avere un buon ricambio d'aria altrimenti la fiamma, bruciando, può saturare l'ambiente di ossido di carbonio. Oggi la presa d'aria è obbligatoria.

• Occhio

alle perdite II tubo che collega la cucina al rubinetto de gas è importante che non abbia perdite: va cambiato appena inizia a logorarsi, e comunque almeno ogni quattro anni.

• Non farli otturare

Pulire i bruciatori del forno a gas con uno spazzolino di ferro è importante: sporchi consumano di più e se si otturano diventano pericolosi. Le fiamme giallastre indicano che la combustione non è regolare.

a cura di Paolo Chighizola

Condividi questo articolo