Ginepro (Iuniperus communis)

Le parti utilizzate: Le foglie, i frutti (coccole), il legno. Le foglie si possono raccogliere dalla primavera all'autunno recidendo i rametti su cui sono inserite. I frutti si raccolgono quando sono neri, cioè a completa maturità; il legno si ottiene scortecciando rametti di almeno un centimetro di diametro.
 GineproGinepro 

Famiglia: Cupressaceae (Coniferae in parte)



Proprietà:Aromatizzanti, diuretiche, antisettiche, balsamiche.
Principi attivi: Olio essenziale (pinene,canfene, junene, terpinolo, cadinene) acidi organici, zuccheri, juniperina. La più importante proprietà del Ginepro è quella di aumentare la diuresi; questa attività, utile ai reumatici, agli artritici e ai gottosi, è stata studiata e confermata da autori moderni e dipende principalmente dalla presenza, nella droga, di un olio essenziale. Questo è inoltre un disinfettante delle vie urinarie e respiratorie, è un valido stimolante della digestione, un antifermentativo intestinale, un espettorante e un sedativo della tosse. I preparati di Ginepro vanno utilizzati con cautela; non devono inoltre essere usati da soggetti affetti da infiammazioni renali.
Per uso esterno le bacche di Ginepro vengono utilizzate come stimolanti della circolazione cutanea; sono utili per esempio nel reumatismo e come blandi disinfettanti della pelle. Le foglie e il legno di Ginepro hanno, per uso esterno, le stesse proprietà delle bacche.

Preparazione e uso:
Uso interno:
I Frutti : Per aumentare la diuresi, per sedare la tosse, per purificare le vie urinarie.
Infuso : 2 grammi in 100 ml di acqua. Due – tre tazze al giorno.
Tintura vinosa : 4 grammi in 100 ml di vino bianco (a macero per 10 giorni). Un bicchierino prima dei pasti.
Uso esterno:
I Frutti : Come rubefacente e blando disinfettante.
Decotto : 10 grammi in 100 ml di acqua. Applicare compresse imbevute di decotto sulla parte interessata.
Tintura: 10 grammi di bacche in infusione in 100 grammi di alcol a 60° per 1° giorni. Le frizioni di tintura di ginepro sono rimedio ai dolori reumatici.
Uso cosmetico: 
Una manciata di frutti schiacciati da poco e infusi nell'acqua calda, danno un bagno stimolante, balsamico e purificante. tratto da:www.fontanarossa.net

Condividi questo articolo