Gli occhi ‘stanchi'

Davanti al computer per almeno 8 ore, una giornata di studio chini sui libri, ambienti poco illuminati… queste alcune delle cause che la sera vi fanno dire: “Ho gli occhi stanchi!”.

 In effetti l'occhio in queste situazioni
lavora continuamente per mettere a fuoco le immagini sullo
schermo o sul libro, miriadi di paroline che sfuggono riga
dopo riga, magari in una stanza dove la luce naturale
proprio non riesce a fare breccia. Questo ripetuto sforzo
costringe i muscoli intorno all'occhio a restare
continuamente in tensione e il risultato è un senso di
affaticamento accompagnato spesso da difficoltà di messa
a fuoco e mal di testa.

Si può rimediare innanzitutto cercando di risolvere i
problemi di illuminazione e cercando di intervallare le
ore di studio o di lavoro con delle pause che permettano
all'occhio di riposare allontanandosi dallo schermo o dal
libro.

La dieta. L'organismo per difendersi contro questo
disturbo ha bisogno soprattutto di vitamina A e B12. Per
fare il pieno di vitamina A occorre che nella nostra dieta
siano presenti: carote, pomodori, spinaci, broccoli,
melone ” in generale frutta e verdura dai colori vivaci ”
uova, fegato, olio di fegato di merluzzo. La vitamina B12
è invece presente in questi alimenti: fegato, pesce,
formaggio, latte, uova, carne di manzo e di maiale ” e non
dimentichiamo i preziosi germogli! “

Il cetriolo aiuta a ridurre l'arrossamento e il gonfiore
degli occhi per cui copriteli con due fette di
quest'ortaggio – ricco di vitamina C ” e dedicatevi
qualche minuto di relax. La stessa cosa si può fare
applicando la polpa di una mela cotta al forno. Sempre
contro rossore e gonfiore si può utilizzare l'olio di
finocchio ” bastano poche gocce diluite in acqua per fare
degli impacchi freddi -

Impacchi di calendula. Mescolate un cucchiaino di tintura
di calendula in circa 125 ml d'acqua e fatte degli
impacchi freddi di circa 10-15 minuti.

Impacchi di essenza di legno di rosa. Unite una goccia di
essenza di legno di rosa a due cucchiai di un olio
vegetale pressato a freddo ” olio di girasole, olio di
vinaccioli o di mandorle dolci – quindi massaggiate
delicatamente le tempie e la zona intorno all'occhio,
evitando accuratamente l'occhio stesso. La delicatezza di
quest'essenza la rende adatta alle pelli sensibili ed
infiammate – inoltre agisce sul sistema nervoso sottoposto
a stress aiutandolo a ritrovare l'equilibrio perduto –
Potete sostituire l'essenza di legno di rosa con quella di
limone.

Fonte:Buongiorno

Condividi questo articolo