GUIDA ALLA SCELTA DEL FRIGORIFERO

Il frigorifero è un apparecchio che rientra nella categoria grandi elettrodomestici, o elettrodomestici bianchi, la cui funzione è conservare gli alimenti mantenendoli a basse temperature, rallentando quindi in maniera determinante lo sviluppo dei batteri. Per prima cosa, naturalmente, il frigo-congelatore deve avere dimensioni tali da poter essere inserito nello spazio a disposizione in casa. Si consiglia tuttavia di scegliere un'apparecchiatura con capacità adeguata alle dimensioni del proprio nucleo familiare: in genere un prodotto con capacità fino a 180 lt è adatto a nuclei composti da una sola persona, fino a 230-280 lt per nuclei di 2-4 persone, mentre per più di 5 persone si suggeriscono capacità superiori ai 300 litri.

TIPOLOGIE

Esistono marche e modelli per tutti i gusti, ma una classificazione può essere fatta in base al numero delle porte:

Monoporta (con o senza scomparti per le basse temperature) sono adatti soprattutto a chi preferisce acquistare giorno per giorno gli alimenti freschi ed hanno generalmente ” ma non sempre ” dimensioni ridotte.

A due porte sono dotati di un vano frigorifero e di un vano congelatore (generalmente a quattro stelle), entrambi di discrete dimensioni. Sono molto pratici in quanto consentono anche di congelare cibi freschi. Alcuni modelli hanno motori separati e quindi la possibilità di utilizzarne solo una parte.

Con più di due porte danno la possibilità di scegliere tra diversi climi quello più adatto ai cibi che si intendono conservare; il vano frigorifero mantiene un costante grado di umidità ed è destinato a cibi di rapido consumo e bottiglie. Il congelatore a quattro stelle, permette di congelare alimenti freschi e di conservare quelli surgelati: il “chiller”, costituisce l'ambiente ideale per conservare pesce e carne. In questo caso, infatti, gli alimenti non congelano, ma il processo di deperimento viene notevolmente rallentato così che carne e pesce si mantengono freschi fino a 10 giorni.

CLASSE ENERGETICA

Classificata da A a G, l'efficienza energetica è diventata un criterio di scelta fondamentale per l'acquisto di un frigorifero. I produttori hanno fatto molti sforzi in questo senso nel corso degli ultimi anni. Dalla classe A (la migliore) alla classe G (la peggiore), i frigoriferi attualmente in vendita si collocano tutti nelle prime tre classi ” A, B e C. Anche i modelli di classe B e C sono però ormai in via d'estinzione: meno del 10% dei frigoriferi in vendita sono di classe B e C. La distinzione è ora principalmente all'interno della classe A. Si possono trovare modelli A+ e perfino A++. Questo segmento rappresenta già oltre il 40% dei frigoriferi in vendita; consumano il 25% di energia in meno di un modello di classe A.

CONGELATORE

Quando il congelatore è posizionato in alto, noterai che la sua capacità è generalmente inferiore rispetto ai congelatori posizionati in basso (frigo-congelatori). I modelli nei quali il congelatore è posto a destra o a sinistra, in basso lungo uno dei due lati, sono anche definiti “frigoriferi all'americana”, e di solito hanno un volume doppio rispetto al congelatore di un frigorifero combinato. Sempre più spesso compriamo grandi quantità di cibo sia per esigenze di risparmio economico, sia per necessità legate al poco tempo a disposizione. Il congelatore è diventato un prezioso alleato: scegliamolo con cura.
I congelatori ” verticali”, sono organizzati in cassetti che permettono un facile accesso ai cibi congelati. Spesso possiedono un tasto di congelamento rapido che permette di congelare velocemente una grossa quantità di cibo appena acquistata, e di disinserire tale tasto a congelamento avvenuto.
Questi congelatori occupano meno spazio, ma costano generalmente di più. I congelatori orizzontali, o a “pozzo”, sono più semplici, costano di meno, ma ingombrano di più e rendono meno agevole la ricerca degli alimenti.
Molto importante per tutti e due i tipi di congelatore, rispetto ai consumi, è l'isolamento delle pareti. I modelli più recenti sono dotati di un superisolamento, cioè di un forte spessore di poliuretano (9-10 cm) alle pareti, infatti in caso di black-out della corrente elettrica, questi apparecchi, molto isolati, hanno una maggiore autonomia di conservazione (fino a 72 ore).

TECNOLOGIA

< FONT color=#000000>Statico, ventilato o no-frost ? Dipende dalle esigenze di conservazione. Il sistema no-frost totale offre lo sbrinamento automatico del vano freezer e garantisce omogeneità delle temperature all& apos;interno dei vani. Il sistema di raffreddamento statico è il più diffuso e assicura l'umidità ideale per conservare meglio gli alimenti freschi. Il sistema ventilato unisce ai vantaggi del sistema statico il fatto di assicurare anche omogeneità di temperatura all'interno del vano frigo e il rapido ripristino delle temperature interne a seguito dell'apertura della porta. Zoppas offre inoltre apparecchiature con sistemi refrigeranti a doppio circuito (Dual No-Frost), che combinano tecnologia nofrost nel congelatore e ventilata nel frigo, offrendo in questo modo un'eccellente qualità di conservazione e la comodità di non dover sbrinare mai più.

PREZZO

< FONT color=#000000>Il prezzo dei frigoriferi dipende da vari fattori quali la classe energetica, la capacità totale, la marca, le finiture e le tecnologie di cui sono dotati. Un frigorifero medio costa tra i 500 e i 1000 euro, ma i modelli più grandi e tecnologici, possono anche superare i 2000 euro. Fino alla fine del 2010, è prevista una detrazione IRPEF del 20% (l'importo massimo è di 200 euro) per sostituire frigoriferi, congelatori o loro combinazioni con nuovi apparecchi di classe non inferiore ad A+ (quindi con frigoriferi di classe A+ o A++). La detrazione vale anche per le spese di trasporto e di smaltimento dei vecchi frigoriferi.Le modalità per ottenere l'agevolazione fiscale sono le seguenti:

Conservate la fattura con i dati relativi all'acquirente, alla data di acquisto e alla classe energetica (A+ o A++);Fate una autocertificazione attestante: la tipologia dell'elettrodomestico sostituito (ossia congelatore, frigorigero, ecc.), le modalità di smaltimento e l'impresa che se ne è occupata.

CONSIGLI DI UTILIZZO

- Posizionare gli apparecchi nei punti più lontani da ogni tipo di fonte di calore (fornelli, termosifoni, caldaie). Per il congelatore, una buona collocazione può essere la cantina o il garage.
- Lasciare uno spazio di almeno 10 cm tra la parete e il retro dell'apparecchio in modo da permettere una buona ventilazione.
- Il termostato va regolato a seconda della temperatura ambiente, sia nella stagione estiva che in quella invernale.
- La posizione gli alimenti è importante: essi vanno posizionati nel ripiano più adatto, come indicato nel manuale d'uso. Generalmente, la zona più fredda del frigorifero è in basso, sopra i cassetti della verdura.
- Evitare di riempire eccessivamente il frigorifero, senza addossare gli alimenti alle pareti.
- Non introdurre mai cibi caldi né nel frigorifero né nel congelatore.
- Tenere aperta la porta del frigo il meno possibile: fa risparmiare energia.
- Riportare la manopola del congelatore in posizione di “conservazione” dopo aver surgelato i cibi alla temperatura più fredda.

Fonte: volantinoweb.it

Condividi questo articolo