GUIDA ALL'ACQUISTO DEL FORNO MICROONDE

Il forno a microonde è un elettrodomestico nato da più di 70 anni e presente in Italia da qualche decina. Ormai la maggior parte delle famiglie possiede un forno a microonde ma solo in pochi ne sfruttano appieno le potenzialità, mentre nella maggior parte dei casi è un elettrodomestico sottoutilizzato. Generalmente il forno microonde veniva usato per scongelare, riscaldare e per cotture veloci come quelle di roastbeef e verdure. La nuova generazione di microonde “combinati” è in grado di alternare l'azione tradizionale a diversi tipi di cottura: ventilata, grill, crispy e a vapore. Il tutto in tempi ridotti. Basta impostare il display digitale con i dati dell'alimento per ottenere notevoli vantaggi.

COME FUNZIONA

Le onde elettromagnetiche ad alta frequenza non nocive, penetrano a fondo l'alimento provocando il movimento e lo sfregamento delle molecole. Il calore così generato cuoce il cibo dall'interno con un notevole vantaggio di tempo ed energia. La cottura con i forni a microonde è: sana perhè mantiene intatte le proprietà nutritive degli alimenti; leggera perchè non è cessario aggiungere condimenti; veloce per i tempi di cottura ridotti anche del 70%; economica perchè la rapidità di cottura consente un notevole risparmio di energia.

DIMENSIONI

Uno dei problemi del forno a microonde è la grandezza della camera di cottura, in genere non molto grande. Conviene acquistare un forno con una capacità almeno media, di 28 litri: sono ancora abbastanza compatti e consentono la cottura di una discreta quantità di cibo poiché possono contenere al loro interno dei contenitori di diametro fino a 28-30 cm. I forni a microonde possono o meno avere il grill: conviene acquistarli con questa funzione, particolarmente utile in alcune situazioni anche se il grill spesso non è particolarmente potente. I forni a microonde di ultima generazione possiedono i grill reclinabili, facili da pulire e interessanti in quanto consentono di grigliare i cibi non solo dall'alto verso il basso (per esempio, consentono di evitare l'utilizzo di castelli per avvicinare il cibo al grill). Un'altra funzione che fa la differenza è la possibilità di bloccare il piatto girevole del forno a microonde, per fermare il cibo esattamente sotto al grill oppure per bloccare contenitori molto grandi che, girando, andrebbero a toccare le pareti. Per quanto riguarda la potenza, conviene optare per un forno che raggiunga le 900 Watt, piuttosto che le 750 che sono la media dei forni a microonde sul mercato.

FUNZIONI AGGIUNTIVE

Sesto senso

i modelli più nuovi di forni a microonde sono dotati di programmi automatici, regolati da una funzione chiamata Sesto Senso, che in base al tipo di alimenti e al peso, impostano da soli il tipo di cottura, la potenza e il tempo necessari per la preparazione della pietanza.

Scongelamento automatico

alcuni modelli sono dotati di programmi automatici di scongelamento che funzionano in base al peso della pietanza inserita nel forno.

Funzione Crisp

questa funzione permette la perfetta indoratura dei cibi sia sopra che sotto

Funzione Fitness Steam

per preparare cibi con cottura dietetica, mantenendone il sapore e i principi nutritivi

Cottura a vapore

il forno viene fornito con una vaporiera in dotazione

Funzione di riscaldamento rapido

chiamato quick reheat

Sistema 3D

è un particolare tipo di cottura che permette alle microonde di distribuirsi in modo tridimensionale sui cibi, garantendone la cottura uniforme.

Grill autopulente

SICUREZZA

La prima cosa da tenere in considerazione in termini di sicurezza è di evitare l'apertura ed ogni tentativo di riparazione del forno, questo perché la presenza di un grosso condensatore potrebbe mantenere una carica elettrica ad alta tensione all'interno. Ricordiamoci poi di non aprire mai il portello del forno microonde mentre è in funzione, in quanto l'emissione di microonde all'esterno può essere causa di ustioni e problemi agli occhi.

CONTENITORI

Tutti i contenitori adatti al forno a microonde si mantengono freddi durante la cottura, oppure si scaldano solo leggermente. I materiali indicati per la cottura nel microonde sono:

pirex

ceramica

terracotta

plastica

silicone

I contenitori non adatti sono invece teglie e vaschette in metallo o leghe, che possono provocare scintille all'interno del microonde, in legno o in cristallo. Inoltre non è indicato introdurre nel forno a microonde stoviglie con decorazioni. Piatti o vassoi di carta e di cartone si possono utilizzare esclusivamente per riscaldamenti brevi. Alcune caffettiere e pentole a pressione sono realizzate appositamente per essere utilizzate all'interno dei forni a microonde: controllate al momento dell'acquisto. Quando acquistate un recipiente, dovete sempre controllare che sulla confezione sia specificata la possibilità di utilizzarlo anche nel forno a microonde. Tenete poi presente che la forma e le dimensioni del recipiente devono essere tali da consentire un corretto funzionamento del piatto rotante.

Se invece utilizzate teglie rettangolari grandi, vanno girate a mano più volte durante la cottura. Spesso i contenitori adatti al microonde possono passare dal frigo o dal freezer direttamente nel forno a microonde. Spesso i contenitori prodotti appositamente per il microonde sono dotati anche di coperchio, proprio per poter essere poi riposti in frigo o in freezer in tutta facilità.

RISPARMIO ENERGETICO

Il risparmio energetico è già compreso nel tipo di apparecchio, sia perché l'energia necessaria per produrre le onde elettromagnetiche è inferiore a quella richiesta per scaldare una resistenza elettrica di un forno normale, sia perché i tempi di cottura sono decisamente inferiori. Per il suo particolare tipo di cottura, il forno a microonde non può essere comunque considerato sostitutivo del forno.

PREZZI

Sul mercato si trovano diversi tipi di forni a microonde, a prezzi molto diversi: prima di procedere all'acquisto, conviene farsi un'idea di quale può essere più utile in base alle proprie esigenze.

Esigenze minime. I modelli di microonde standard sono quelli dotati delle funzioni base, senza particolari optional. Si tratta della prima generazione di microonde, adatta a chi ha semplicemente bisogno di scongelare e riscaldare gli alimenti. Sono anche in grado di cuocere, ma senza dorare i cibi in superficie. Rientrano in questa categoria i modelli più economici, con prezzi minimi a partire da 40 euro e un costo medio di 50-60 euro.

Qualcosa in più. Chi non rinuncia alla doratura, tipica dei cibi cotti nel forno tradizionale, può optare per un microonde con grill. è la gamma più venduta in Italia, che include tutte le funzioni base del microonde senza grill. La passione per la doratura fa lievitare i costi: questi modelli costano in media 120-130 euro.

Grandi aspettative. Per chi dal forno a microonde si aspetta grandi prestazioni esistono i modelli combinati: apparecchi che combinano le funzioni di un forno elettrico (come la cottura ventilata) a quelle di un forno a microonde.

Alcune di queste funzioni sono effettivamente utili, di altre si può anche fare a meno. Soprattutto se si possiede già un forno a incasso tradizionale, può essere inutile spendere 250-300 euro per un modello combinato (con punte massime di 1.000 euro).

Fonte: volantinoweb.it

Condividi questo articolo