GUIDA ALL'ACQUISTO DELLA FRIGGITRICE

Se proprio non riuscite a rinunciare ai cibi fritti, meglio scegliere una buona friggitrice che friggere direttamente in padella. Il motivo è che le friggitrici, grazie al termostato, permettono di controllare la temperatura dell'olio, che deve rimanere costante attorno ai 180 °C. Se l'olio si scalda troppo infatti si deteriora; se non è abbastanza caldo invece la frittura ne assorbe troppo. è necessario, però, che il termostato funzioni a dovere. La friggitrice presenta altri 2 vantaggi rispetto alla padella: meno rischi di ustionarsi con l'olio bollente e meno odori per casa.

FUNZIONAMENTO

Come tutte le buone cuoche sanno, è importante adeguare la temperatura dell' olio a seconda dell'alimento che intendiamo cuocere. Quindi, prima di procedere alla cottura accertiamoci che la nostra friggitrice sia regolata alla temperatura ottimale. Di solito le moderne friggitrici sono dotate di tre diverse possibilità di temperatura: bassa, valori tra i 160 e i 170 gradi centigradi, media, valori tra i 170 e i 175, e alta, con valori che variano tra i 175 e i 200 gradi centigradi.

Molto spesso, è proprio la casa produttrice della friggitrice che consiglia tramite un apposito ricettario, quale temperatura meglio si addice per la cottura di determinati alimenti. E' bene quindi, consultarlo almeno per le prime volte. A seconda del modello di friggitrice che possedete, la temperatura preselezionata può essere raggiunta dopo dieci minuti.

A questo punto, potete sollevare il vostro coperchio e inserire il cibo nell' apposito cestello, sostenendolo per mezzo del manico. Dopo aver reinserito il cestello e chiuso il coperchio, il passo successivo è quello di capire i giusti tempi di cottura. Quindi, sempre consultando il ricettario, impostate il tempo di cottura indicato sul contaminuti della vostra friggitrice e attendete che il termine della cottura venga segnalato dall' apposito segnale acustico. Dopo il termine della cottura, il passo successivo consiste nello spegnere la friggitrice, estrarre il cestello e servire su un piatto le vostre invitanti fritture.

Ricordatevi, infine, di utilizzare l' apposito filtro per eliminare del tutto i residui di cibo presenti nell' olio. Considerate anche il fatto che è sconsigliato utilizzare per più di tre volte lo stesso olio di frittura.

TIPOLOGIE

Esistono due tipi di friggitrice: la friggitrice elettrica e quella a gas. Iniziamo col dire che una friggitrice in acciaio inox è certamente più igienica e meglio si presta alla pulizia.

Con una friggitrice possiamo ridurre gli odori del fritto rispetto ad una padella, è bene che il modello che intendiamo acquistare sia munito di filtro antiodore, collocato sotto il coperchio che dovrebbe ridurre in modo notevole l'odore del cibo fritto.
Il rivestimento interno sempre in acciaio inox è più igienico e permette di durare nel tempo molto più a lungo di un rivestimento antiaderente. Il cestello rettangolare, secondo alcuni esperti è preferibile a quello rotondo. Il timer può risultare utile, il termostato che indica la temperatura indispensabile, il rubinetto per scolare l'olio usato è comodo, olio che va sostituito ogni volta se teniamo alla nostra salute, i rabbocchi non sono mai consigliati, nonostante la presenza di un filtro per ripulire l'olio.

La capacità di mantenere le pareti esterne fredde è importante, e la presenza di una zona fredda che raccoglie le impurità dell'olio e le scorie del cibo durante la cottura è un'altra caratterisitica molto importante, per impedire il formarsi di frammenti carbonizzati nocivi alla salute se lasciati friggere nell'olio.

Che si tratti di friggitrice elettrica od a gas, le caratteristiche cui sopra devono essere basilari per entrambi i modelli. Il recipiente dell'olio è bene sia smontabile, se la friggitrice non risulta dotata di tubo di scarico. L'utilizzo della friggitrice deve risultare agevole, pratico, senza essere potenzialmente soggetti a scottature.
Attenzione quindi al manico od ai manici del cestello, che siano sicuri da usare, nel caso di friggitrice elettrica evitare di acquistare modelli economici che non dispongono nemmeno del tasto di accensione/spegnimento: appena inserita la spina l'olio inizia a scaldare, per spegnere di rende necessario togliere la spina.

CARATTERISTICHE

Di certo questo apparecchio non costa tantissimo, ve ne sono in commercio di tutti i tipi, anche molto economici, ma dobbiamo pensare alla qualità del prodotto, e soprattutto che possa assicurarci un cibo il più possibile sano e genuino. Per riconoscere un buon modello di friggitrice dobbiamo considerare una serie di elementi:

  • il booster: si tratta di un dispositivo che permette di regolare la temperatura dei cibi surgelati, guadagnando un bel po' di tempo di cottura e favorendo una frittura dorata e croccante
  • l' avvolgicavo elettrico: la maggior parte dei modelli di friggitrice possiede questo dispositivo, che permette di avvolgere il cavo elettrico all'interno dell'apparecchio stesso;
  • il filtro anti- odore: assorbe il fastidioso e penetrante odore della frittura, e si può lavare con facilità;
  • magiclean system: grazie a questo sistema possono essere lavati in lavastoviglie anche il cestello e il coperchio, essendo facilmente amovibili;
  • l'apertura automatica del coperchio: si apre premendo il bottone apposito e si preme sullo stesso per richiuderlo;
  • la cartuccia filtro ultra: si tratta di un filtro ai carboni attivi, costituito da un contenitore di metallo, un indicatore e un involucro in carta con particelle di carbone che aiutano il filtraggio. Il filtro in genere dura per 30/50 cotture;
  • le maniglie di trasporto: facilitano il trasporto e la presa dell'apparecchio, ed evitano anche fastidiose scottature!;
  • il timer: è il dispositivo che ci segnala che la cottura del cibo è pronta. E' importante la sua facilità di impostazione e comprensione;
  • l'oblò di osservazione: serve a controllare dall'esterno che la frittura procede senza problemi, e ci evita l'apertura del coperchio;
  • innalzamento/abbassamento del cestello: con una manopola è possibile abbassare il cestello, e con la stessa si può anche alzarlo;
  • lo schermo anti-vapore: è uno schermo che può essere di plastica o di metallo. Lo schermo in plastica è più agevole da pulire;
  • la vasca amovibile: può essere staccata e quindi messa in lavastoviglie per essere lavata;
  • la vasca in alluminio: questo è un materiale molto resistente;
  • la vasca antiaderente: è fatta in modo tale che i cibi non si attacchino al fondo, quindi è molto più igienica e facile da lavare.

CONSIGLI

  • Asciugate bene l'alimento da friggere: cuocerà più in fretta, assorbendo meno olio.
  • Usate preferibilmente olio d'oliva, anche se è più costoso dell'olio di semi (nell'ultimo caso, comunque, preferite l'olio di arachide).
  • Cambiate l'olio ” se possibile ” ad ogni frittura. In ogni caso buttatelo sempre quando diventa più scuro e viscoso. Quando finite di friggere, non conservate l'olio per la volta successiva.
  • Non caricate eccessivamente la friggitrice: è sempre meglio friggere piccole quantità, in modo da mantenere sempre alta la temperatura dell'olio.
  • Non superate i 180 °C di temperatura: altrimenti l'olio produce sostanze nocive.
  • Più le patatine sono sottili, più olio assorbiranno. Lo stesso vale per gli altri cibi da friggere. Dunque preferite pezzi di dimensioni relativamente grandi. Attenzione, però, a non cadere nell'errore opposto: se le patatine (o gli altri cibi) sono fritte in pezzi troppo grandi, aumenterà il tempo di cottura e il rischio che si formino sostanze nocive, come per esempio l'acrilammide.
  • Friggere in due riprese (una prefrittura e poi una frittura finale rapida) è uno stratagemma per far sì che l'alimento assorba meno olio.
  • Se utilizzate patate fresche, potete prima sbollentarle, in modo da ridurre gli zuccheri.
  • Avvolgere nella carta l'alimento una volta fritto permette di liberarlo di una buona parte dell'olio assorbito, che si concentra sulla superficie.
  • Se volete avere cura della vostra salute, mangiate frittura il meno possibile, comunque non superando il limite di un paio di volte al mese.

PREZZI

I prezzi delle friggitrici variano da un minimo di 50 euro a oltre 100 euro. Come al solito vi consigliamo di leggere bene le caratteristiche e di non cercare in assoluto il risparmio sull'acquisto per poi pentirvene in termini di qualità e sicurezza. Sicuramente un prezzo attorno agli 80 euro vi garantirà un'ottimo compormesso qualità/prezzo.

Fonte: volantinoweb.it

Condividi questo articolo