I fichi sono amici di ossa, denti e pelle

Il dottor Roberto Volpe, affermato nutrizionista e consulente dei programmi tv Rai TG2 Salute e Medicina 33, ci fa notare che i fichi ” come tutti i vegetali dalla buccia viola (melanzane, uva nera, prugne) ” posseggono molte virtù. In particolare, sembrano in grado di frenare i problemi cardiovascolari e alcune forme di tumori. Ma prima di tutto sono una buona fonte di minerali: sono ricchi di potassio (che aiuta in caso di debolezza e affaticamento muscolare) e contengono buone quantità di calcio, fosforo, iodio, manganese, rame, ferro, nichel e bromo. Insomma un buon cocktail che fa considerare questo frutto un alimento rimineralizzante, amico di ossa, denti e pelle.

 

I fichi contro l'intestino pigro

A, B1, B2, PP e C sono le vitamine presenti nei fichi.
Il frutto fresco, poi, contiene alcuni enzimi che esercitano un'azione digestiva che, ovviamente, facilitano l'assimilazione di cibi. I semini, poi, hanno un leggero effetto lassativo, che però non provoca irritazione alcuna alle pareti intestinali. Insomma, un modo naturale di combattere la stipsi.

Ma quale bomba calorica!

Forse il periodo buono dei fichi è passato, ma è ancora possibile trovarli e mangiarne.

Prima di tutto è necessario sfatare la leggenda che i fichi siano un frutto troppo zuccherino e quindi nemico della linea. I fichi, infatti, hanno solo 47 kcal per etto, più o meno come il resto della frutta. In pratica, mangiarne quattro equivale a un paio di fette di melone o a una mela o una mela. In fin dei conti 11 grammi di glucidi ogni 100 grammi di polpa non sono certo tanti. Ma attenzione: parliamo di fichi freschi. In quelli secchi, infatti, gli zuccheri salgono drasticamente, salendo a 58 grammi per etto e le calorie raggiungono il livello di 256 per 100 grammi. Siamo ai livelli di una merendina. Praticamente dinanzi a un fico secco i valori vanno moltiplicati per quattro.

 (fonte: Ok)..blogosfere.it

Pubblicato da: Fiore

Condividi questo articolo