Il casalingo, di Oscar Matti

Questo è un altro momento privilegiato da condividere con il mio spirito. Si sentono solo il rumore sordo dei cassetti della cucina che si richiudono e qualche tintinnio di piatti che si scontrano durante il caricamento della lavastoviglie. Quasi spirituale.

Come vive un maschio moderno la quotidiana avventura di badare ai figli dovendo contemporaneamente occuparsi delle faccende di casa? Semplice: basta allenarsi al sollevamento pesi dei pargoli perfezionando abili mosse alla Bruce Lee, oppure dedicarsi a potenti “botta e risposta” in stile militaresco quando il piccolo si ostina a dichiarare di esser morto, pur di non andare all'asilo.

C'è questo ed altro nel divertente romanzo Il casalingo, di Oscar Matti, in cui tocca a “lui” aspettare che la moglie abbia un attimo di tempo per fargli una telefonata romantica dal lavoro, o semplicemente studiare le mosse da manuale – precise, infallibili ” per maneggiare il bebè in modo da evitare spargimenti di cacca durante il cambio di pannolino.

E chissà che nel trainiing casalingo di Matti non ci sia qualcosa da imparare anche per le donne ” ovvero un modo alternativo, maschile, per gestire tutte le piccole grane quotidiane della vita a casa.
Ovvero come fronteggiare il disordine in camera dei bambini (che ogni volta sembra appena stata perquisita da una squadra anti-droga) ad esempio, o gestire gli appuntamenti con amici, zii, nonni, fino alle tecniche di “caccia” in giro per la casa quando è ora di andare a tavola.

Il segreto? E' il metodo, la sequenza di mosse (i maschi non riescono a fare più di una cosa contemporaneamente a differenza delle donne, si sa).

E poi bisogna mantenere la reputazione di “tata” modello al parco giochi ” evitando di stapparsi una birra con l'amico di sempre, ad esempio ” e rassegnarsi ai pranzi sbrigativi (“sono anni che a mezzogiorno mangio in piedi, pronto a scattare se uno dei due (figli ndr) strilla perchè si è schiacciato le dita in una porta, è caduto e ha picchiato la testa oppure mi ha solo preso in giro fingendo un incidente domestico”).

E le solite, noiosissime storie della buonanotte, che guai a proporne una diversa? Basta immaginare che la nonna di Capuccetto Rosso abbia il Diabete Mellito e lei giri invece che a piedi con una Triumph Bonneville T 100.

Ma alla fine, ci rassicura l'autore, questo tipo di vita dà le sue soddisfazioni e anche le sue estasi di pace spirituale. Fosse anche solo al momento di sgomberare la cucina a tarda sera.

Oscar Matti
Il casalingo
Gabriele Capelli ed.
12 euro

Condividi questo articolo