Il letto sfatto uccide gli acari

Gli studi su come migliorare l'economia domestica hanno sempre occupato una parte fondamentale della vita di ogni abitante del pianeta terra. Oggi si può annoverare un grande passo in avanti nella lotta agli acari in camera da letto. I pigri di tutto il pianeta ringraziano; quelle persone che non sanno nemmeno cosa vuol dire rifare il letto; forse perchè non ne vedono l'utilità.

 Pare infatti che non rifare il letto, ma limitarsi a cambiare le lenzuola quando portano con sé odori indefinibili, favorisce l'allontanamento degli acari della polvere, quegli animaletti invisibili a cui sono allergici più o meno tutti. Obiettivo della ricerca era quello di capire come eliminare le cause di molte fastidiose allergie. Lasciare il letto in disordine impedisce agli acari della polvere di proliferare, tagliando loro le riserve di acqua di cui hanno bisogno. Per farlo, questi minuscoli insetti usano piccole ghiandole poste sulla superficie del loro corpo. In media un letto è capace di ospitare ben 1,5 milioni di acari della polvere lunghi nemmeno un millimetro.

Un letto, in media, puo' ospitare fino a 1,5 milioni di acari della polvere. Lunghi meno un millimetro, questi insetti si nutrono di microscopiche porzioni di pelle umana e producono allergeni che sono facilmente inalati durante il sonno. Le condizioni ideali per la loro sopravvivenza e proliferazione sono il calore e l'umidita' del letto occupato da chi ci dorme – o del letto rifatto, coperto da lenzuola, piumini, eccetera. Gli acari hanno pero' difficolta' a vivere quando il letto e' “asciutto” ed esposto all'aria. Gli scienziati hanno sviluppato un modello al computer per capire come i cambiamenti nell'ambiente domestico possono ridurre il numero di acari della polvere nel letto. Ha spiegato il dottor Stephen Pretlove: “Sappiamo che gli acari possono sopravvivere solo sottraendo acqua all'atmosfera. Per farlo, usano piccole ghiandole poste sulla superficie del loro corpo. Una semplice abitudine come lasciare il letto sfatto durante il giorno elimina l'umidita' dalle coperte e dal materasso, disidratando e uccidendo gli acari”.

“Nella prossima fase della ricerca testeremo nella realta' il modello computerizzato, sistemando delle colonie di acari in 36 case di varie regioni della Gran Bretagna per vedere come le abitudini quotidiane delle famiglie influenzano la sopravvivenza di questi animali. Il riscaldamento, l'areazione, l'isolamento termico potrebbero essere tutti elementi importanti. Lo scopo finale – conclude il dottor Pretlove – e' capire come eliminare gli acari e le allergie che causano, creando case piu' sane…”

P.Q.

Fonte. www.voceditalia.it

Condividi questo articolo