Il torcicollo

Il torcicollo è uno spasmo tonico o intermittente dovuto ad una contrattura dei muscoli del collo; può essere determinato da diverse causee: esposizione ad una corrente d'aria (il finestrino dell'auto abbassato)che provoca un'infiammazione dei muscoli, una posizione impropria stando coricati o davanti al computer, uno sforzo, un trauma, stati ansiosi progressivi.

Il torcicollo “comune”, quello di cui ciascuno di noi ha sicuramente sofferto, è una contrattura di un fascio muscolare di un lato del collo, nella regione anterolaterale; è assai doloroso e limitante i normali movimenti del capo. Diverso è il torcicollo congenito, piuttosto raro, legato ad una lesione monolaterale del muscolo sternocleidomastoideo dalla nascita, magari in seguito ad un parto particolarmente travagliato. Nel torcicollo in fase acuta, la contrattura muscolare può essere così intensa da provocare irradiazioni dolorose alle spalle, alle braccia, perfino alle dita delle mani.

Per trovare un rapido sollievo alla contrattura muscolare è opportuno tenere la parte dolente al caldo; il freddo invece giova se è presente un& apos;infiammazione al muscolo. Muovere il capo con esercizi dolci in tutte le direzioni è più importante che stare fermi immobili: l'immobilità attenua il dolore acuto ma facilita ulteriormente l'irrigidimento dei muscoli. Il ricorso al massaggio deve essere valutato opportunemente: se il torcicollo è una conseguenza di un trauma (es. il classico “colpo di frusta”), l'irrigidimento appunto della muscolatura serve a proteggere le articolazioni sottostanti (vertebre cervicali) da ulteriori movimenti che potrebbero essere controproducenti; il masaggio, magari con una pomata revulsiva (richiama sangue in loco: lavarsi bene le mani dopo l'applicazione, è estremamente irritante per l'occhio) a base di capsico può essere utile per ridurre la contrattura.

Un antichissimo rimedio tutt'ora in auge a Genova sono cannoli di zolfo da far rotolare sul collo dolorante: lo zolfo essendo igroscopico assorbe umidità infiltrata nel tessuto muscolare dando rapido sollievo.

La pomata a base di Arnica Montana è molto indicata quando c'è un' infiammazione muscolare dovuta ad un trauma; la pomata a base di Symphytum, Ruta, Hypericum, Solidago, Arnica è più indicata se oltre all'interessamento nuscolare è presente anche un'infiammazione articolare.

Rimedi per via orale a cui ricorrere: Arnica Montana, se la contrattura è dovuta ad un trauma o ad un affaticamento muscolare (postura scorretta al computer); Hypericum Perforatum se è presente un'infiammazione ai nervi, con dolori lancinanti, fitte intollerabili, scosse. Symphytum se l'infiammazione muscolare interessa anche l'articolazione e il periostio. Actaea Racemosa è indicata nei dolori crampiformi, acuti, muscolo-articolari della colonna dorsale e cervicale. Bryonia Alba

A cura di Massimo Beviglia Canè

Fonte:http://guide.dada.net/omeopatia

Condividi questo articolo