Imbiancare casa: tecniche e consigli

Per imbiancare le pareti di casa non occorre chissà quale esperienza: con un po' di buona volontà, oltre a risparmiare qualche soldino, si può cambiare completamente la veste della propria casa e del proprio arredamento, donando loro tutto un altro aspetto. Vedrete che con i nostri consigli sarà un gioco da ragazzi!

Consigli generali:

Il periodo migliore per imbiancare casa è la tarda primavera o la fine dell'estate, quando il clima caldo, ma non umido, agevola l'asciugatura della pittura.
Se dovete tinteggiare casa nei mesi invernali, riscaldate bene i locali nei giorni precedenti e areateli per favorire la fuoriuscita dell'umidità.

Le pitture preferibili sono quelle solubili in acqua (es. tempera o idropittura), facili da applicare e disponibili anche in versione lavabile (da evitare negli ambienti soggetti ad alta umidità, quali il bagno e la cucina, perché la pittura lavabile, non essendo traspirante, facilita la formazione di orribili macchie di condensa).
Evitate, inoltre, vernici e solventi in quanto molto inquinanti e tossici.

Quanto alla scelta dei colori, ricordate che quelli chiari fanno apparire gli ambienti più grandi, quelli scuri, più piccoli.

Attrezzatura necessaria per imbiancare:

- rullo (quelli a pelo lungo sono ideali per superfici ruvide e imperfette; invece, per l'idropittura scegliete rulli di fibra sintetica perchè la fibra naturale si imbeve troppo);

- griglia per sgocciolare il rullo dopo averlo immerso nel colore;

- pennello piatto di dimensioni di 3 o 5 cm per i punti difficili come gli angoli e le finiture;

- scala a libro;

- secchio per diluire il colore;& lt;BR>
- spatola da stuccatore;

- stucco o gesso;

- carta vetrata grana 0.

Preparazione della superficie da imbiancare:

Per ottenere un risultato perfetto, dovete preparare in maniera adeguata la superficie da pitturare.
Prima di procedere spolverate bene i muri di casa ed eventualmente lavateli.

Se la superficie sottostante è dipinta a tempera ( si riconosce sfiorandola con le dita perché sfarina leggermente), toglietela con acqua calda e raschietto, per evitare la formazione di bolle.

Se, invece, trovate un'idropittura, basterà lavarla con detersico e acqua calda e poi risciacquarla con quella fredda.

Qualora siano presenti buchi o crepe occorre stuccare: mettete stucco o gesso in abbondanza con la spatola. Lasciate essiccare, dopodichè levigate con la carta vetrata.

Prima di aprire il barattolo della pittura agitatelo e capovolgetelo varie volte per mescolare il liquido. Aperto il barattolo, mescolate con un bastoncino finchè la pittura non sarà omogenea e, intingendovi il pennello ne cade un filo continuo e sottile.


Come si pittura:

Per primo va dipinto il soffitto:

- stendete con il pennello, lungo i bordi, una striscia di pittura larga circa 6-8 cm.;

- prendete il rullo e, facendolo scorrere senza premere molto e a velocità costante, applicate una striscia di colore a circa 10 cm di distanza da quella stesa con il pennello lungo il bordo del soffitto;

- collegate con la pittura le due striscie, sovrapponendole;

- ora, applicate un'altra striscia, parallela alla precedente e distante da questa circa 10 centimetri, e collegatele tra di loro.

- procedete così fino a completa imbiancatura del soffitto.

Il numero di mani da applicare dipende da molti fattori: tipo di pittura che utilizzate, condizioni della superficie del muro, colore preesistente.
Ricordate di far asciugare molto bene prima di dare la mano successiva.

Quando avrete terminato di imbiancare il soffitto, dedicatevi alle pareti.
Le pareti vanno dipinte dall'alto verso il basso, cominciando dalle finestre e procedendo verso gli angoli, con strisce lunghe da 60 cm ad un metro.

Nelle parti anguste usate il pennello: fate subito la finitura senza aspettare di aver finito il lavoro altrimenti, data la velocità di essiccazione, si noterà il momento diverso in cui avete dato il colore.
Per lo stesso motivo non interrompete mai il lavoro di tinteggiatura a metà parete, ma arrivate al primo spigolo o porta.

Se dovete interrompere per breve tempo il lavoro, avvolgete il rullo o il pennello, senza lavarli, in un sacchetto di plastica.

Infine, ecco la tecnica per imbiancarele le pareti con un colore diverso dal soffitto:

- fate debordare la colorazione del soffitto sui primi 2 o 3 cm in alto delle pareti;

- fissate sulle pareti, tutto intorno al soffitto, del nastro adesivo di carta alto 1 o 2 cm;

- tinteggiate le pareti e, alla fine staccat con delicatezza il nastro.

A imbiancatura ultimata, pulite con cura i pennelli, lavandoli con acqua e sapone, se avete usato un'idropittura o con acquaragia per i colori ad olio. Lasciate asciugarli bene prima di riporli.
Per conoscere i colori di tendenza e gli abbinamenti più riusciti clicca qui

& lt;P>Fonte: http://suggerimentiperlacasa.blogspot.com

Condividi questo articolo