In Italia l'acqua meno cara

In Italia l'acqua costa poco e gli italiani ne approfittano. Tanto che siamo i primi in Europa per consumi di acqua potabile.

Lo dice uno studio di Federutility, l'associazione che riunisce circa 550 imprese italiane di servizi pubblici locali dei settori idrico ed energetico, secondo cui le tariffe italiane sono le più economiche del continente. Un esempio: a Milano un metro cubo costa 77 centesimi di euro, la stessa quantità a Berlino invece la si paga 4,3 euro contro una media europea di 1,1euro.

Più nello specifico, in Italia per il servizio idrico integrato, che prevede cioè la fornitura di acqua potabile, fognatura e depurazione, la bolletta oscilla tra 59 centesimi al metro cubo di Lecco fino ad arrivare a 1,48 euro di Livorno.

E non manca poi la classifica delle città più sprecone. Il primo posto lo conquista Venezia con ben 400 litri di acqua per abitante al giorno, incalzata da Napoli, dove ogni cittadino consuma 280 litri al giorno.

I più bravi a risparmiare acqua sono invece gli abitanti di Cagliari, solo ” si fa per dire – 90 litri pro capite al giorno, e gli abitanti della provincia di Milano che consumano solo 126 litri a testa.

Fra le città monitorate dallo studio di Federutility, il record del caro-acqua a livello internazionale, va Berlino con 4,30 euro ogni mille litri; i berlinesi, però, hanno un consumo pro-capite di 117 litri al giorno mentre a Roma o a Torino si superano tranquillamente i 220 litri per persona al giorno. Le metropoli dove l'acqua e' più a buon mercato sono Buenos Aires (0,17 euro/mc); Sao Paulo (0,68), Atene (0,93), Hong Kong (0,56), Miami (0,88).

“Siamo il Paese con tariffe tra le più basse d'Europa e non credo che questo sia indifferente rispetto ai consumi più elevati degli italiani rispetto ad altri Paesi” commenta il presidente di Federutility Mauro D& apos;Ascenzi.

“Abbiamo poca concezione del valore dell'acqua e quindi si finisce per sprecarla. I dati dimostrano che vi è una relazione inversa. Evidentemente a Berlino ed Amburgo dove costa oltre 4 euro al metro cubo, è più conveniente innaffiare il giardino e lavare la macchina con l'acqua non potabile”. I cittadini sanno bene quanto spendono di luce, gas, telefono – afferma Mauro D'Ascenzi – ma per l'acqua spesso non sanno nemmeno quanto spendono in dodici mesi”.

Fonte: Mia economia

Condividi questo articolo