Incidenti domestici: come rendere sicura la propria cucina

La cucina è tra gli ambienti a maggior rischio di incidenti domestici perché le attività che vi si svolgono comportano l'uso di apparecchiature a gas ed elettriche e l'impiego di materiali pericolosi (liquidi bollenti e sostanze infiammabili, tossiche e caustiche).

Gli infortuni tipici che si verificano in cucina sono le ferite provocate da strumenti taglienti (forbici, coltelli, affettatrici) e le ustioni causate da liquidi bollenti e dalla fiamma dei fornelli. Seguono le scosse elettriche, dato che numerosi elettrodomestici vengono utilizzati in prossimità o a contatto diretto con l'acqua.
I rischi sono maggiori se aumentano le dimensioni del locale, il numero delle persone che lo frequentano e le attività svolte. Spesso la cucina viene infatti utilizzata anche per stirare, per lavorare e scrivere e dai bambini per giocare o studiare. Vediamo, allora, come migliorarne la sicurezza.

I mobili componibili vanno collocati in modo che tra di essi vi sia una buona relazione d'uso, senza intralci sui percorsi da compiere per passare dall'uno all'altro. Per esempio: la cucina sviluppata su tutta la lunghezza di una parete è generalmente troppo lunga e richiede un maggiore consumo di energie per gli spostamenti quindi di manovre faticose. La soluzione a “elle” è di solito la migliore perché accorpa il gruppo piano di cottura-frigorifero-lavello, separandolo dagli altri elementi. Questa scelta non è casuale: gli studi ergonomici hanno individuato un ipotetico “triangolo” delle attrezzature fondamentali i cui vertici sono appunto costituiti dal piano di cottura, dal frigorifero e dal lavello.
E' però necessario che tra i vertici del triangolo non si inseriscano porte o mobili spigolosi o su ruote, piuttosto che ingombri in muratura o a pavimento.

Il piano cottura non deve mai essere situato in un angolo dove è più faticoso muoversi o dietro a una porta dove chi cucina può essere urtato da chi entra all' improvivso.

I piani di lavoro della cucina devono essere alla stessa altezza e quelli ai lati della piastra di cottura devono avere rivestimenti di materiale adatto a sopportare l'appoggio di pentole roventi.

Altri suggerimenti: non collocare armadietti sopra il piano di cottura; il pensile in cui vengono riposti liqui di pericolosi deve essere situato in luogo alto e sicuro; applicare sempre una ventolina funzionante per depressione applicata al vetro della finestra di cucina.

Fonte: www.ideearredamento.com

Condividi questo articolo