Ingrassare: dipende da come si pensa la vita…

Non solo resveratrolo. Questa importante molecola, contenuta nella buccia dell'uva, i cui effetti sono stati riconosciuti solo recentemente, è sicuramente uno dei motivi per cui il bere moderato ha un effetto protettivo nei confronti della alimentazione spesso ricca di grassi per la quale sono famosi sia i Francesi che gli Italiani.

di Attilio Speciani

Uno studio americano, pubblicato sulla rivista Obesity nel dicembre 2007 ha rilevato che oltre all'effetto protettivo di questa molecola, può essere determinante l'utilizzo di chiavi interne od esterne di riferimento relative alla nutrizione e all'atto del cibarsi (Wansink B et al, Obesity (Silver Spring) 2007 Dec;15(12):2920-4).

In molti paesi Europei infatti, i motivi per cui una persona cessa di assumere cibo sono legati all& apos;effettivo senso di sazietà raggiunto: quando una persona ha mangiato abbastanza, smette di mangiare: le persone normopeso hanno questo tipo di chiave di riferimento per definire la loro scelta di introdurre cibo o non farlo. Se hai fame mangi, se non hai fame non mangi: sembra semplice ma in realtà non lo è.

I soggetti obesi invece, a differenza dei normopeso, fanno dipendere questo tipo di scelta da riferimenti esterni, non legati alla percezione di se stessi. Un Americano medio smette di mangiare quando il piatto è vuoto, quando la bibita che sta bevendo (megaporzione) è finita, o quando il programma che sta guardando in TV è terminato. In questi casi quindi hanno pochissima importanza i segnali e i messaggi che arrivano dall'interno, dal proprio corpo, e il fatto di diventare grassi o di restare in forma può dipendere semplicemente dalla pubblicità e dalle indicazioni di marketing dominanti.

Per qesto quindi una educazione alimentare vera, che parta dalla educazione al gusto, e al dare significato ai momenti dei pasti mangiando insieme con la propria famiglia, una saggia valutazione critica della pubblicità alimentare e un attento controllo della gestione della TV, possono aiutare chiunque a restare fedele alle proprie chiavi interne di riferimento (benessere, percezione di emozioni) contribuendo a mantenere una forma fisica ottimale e un perfetto stato di salute.

Fonte: Eurosalus.com

Condividi questo articolo