La camera da letto secondo il Feng Shui

Il Feng Shui è un'antica tradizione cinese…

Il Feng Shui e' una antica tradizione cinese che insegna a creare l'armonia tra l'uomo e l'ambiente in cui vive. Alla base di tutto c'è un'”energia vitale”, detta Chi, che pervade ogni cosa in natura. Se la posizione, la struttura, l'arredamento delle nostre case lasciano scorrere il Chi in modo adeguato, saremo più sereni, sani e fortunati. Gli esperti di Feng Shui – che in cinese significa “vento e acqua” – hanno elaborato in tremila anni una serie di principi e regole pratiche che migliorano lo scorrere dell'”energia vitale” nelle case, assicurando cosi' una migliore qualità della vita a chi le abita. Dal punto di vista del Feng Shui, la camera da letto e' la stanza più importante della casa, poichè è quella dove passiamo più tempo rispetto a qualsiasi altra. La sua posizione ideale sarebbe lontano dall'ingresso, per accrescere il nostro senso di sicurezza mentre dormiamo: al livello psicologico, questa collocazione da' la sensazione di “vedere in anticipo” le cose che entrano nella nostra vita, senza esserne colti di sorpresa. Per quanto riguarda l'esposizione, quella verso nord e' considerata la meno favorevole, poichè la camera non può ricevere le energie positive del sole. Secondo gli esperti di Feng Shui, la stanza da letto orientata ad ovest e' più adatta alle persone adulte o anziane, poichè viene illuminata dai raggi, meno intensi, del sole al tramonto, mentre l'esposizione verso est e' indicata per i giovani, grazie al “rinvigorente” sole dell'alba e del mattino. La posizione del letto e' molto importante. Si sconsiglia di collocarlo troppo vicino alla porta della camera, per non compromettere il rilassamento e la sensazione di sicurezza di chi dorme. Per lo stesso motivo, e' meglio non sistemare il letto con la testata davanti a una finestra, ritenuta causa di sgradevoli sensazioni di vulnerabilità. L'ideale sarebbe appoggiarlo a una parete portante, simbolo di sicurezza, e collocarlo in modo che porta e finestra siano visibili stando coricati. Anche il Feng Shui, come la nostra tradizione, consiglia di evitare che i piedi di chi dorme siano rivolti verso la porta della camera. Soprattutto, non bisogna mettere il letto sotto una trave a vista o un soffitto spiovente, ritenuti ostacoli al libero scorrere del Chi, l'”energia vitale”. Per la stessa ragione, sono sconsigliati lampadari o altre cose appese sopra il letto. Se non si può o non si vuole fare a meno di un lampadario, e' bene sceglierne uno di forma sferica. Sull'orientamento della testata del letto, le indicazioni del Feng Shui variano a seconda delle tradizioni nazionali. In Cina, ad esempio, tutto dipende dal segno zodiacale delle singole persone (ovviamente relativo al calendario cinese). A Bali, invece, la popolazione dorme con la testa rivolta verso una montagna considerata sacra (la posizione varia dunque da località a località), o verso la montagna più vicina. In generale, molti esperti consigliano di dormire con la testa volta a nord, o a nord-est. Se il letto e' matrimoniale, e' preferibile avere rete e materasso interi: due reti o due materassi accostati potrebbero indurre nel subconscio la sensazione di una “separazione”, una frattura con il coniuge o il partner. Il Feng Shui non approva in nessun ambiente una quantità eccessiva di oggetti o suppellettili, che potrebbero ostacolare il movimento del Chi; tanto meno sotto il letto, dove le cose accumulate sono ritenute capaci di disturbare il sonno. Se il letto e' del tipo a contenitore, e' bene tenere sotto al materasso soltanto le lenzuola pulite. Anche i mobili della camera da letto sono importanti. Come negli altri ambienti della casa, sono sconsigliati quelli con spigoli aguzzi, ritenuti origine di una forma di energia negativa (il Chi “tagliente”), soprattutto se, come i comodini, si trovano molto vicini a chi dorme. E' anche bene tenere distanti dal letto, dove passiamo quasi un terzo della vita, le radiosveglie e gli altri apparecchi elettronici, fonte di campi elettrici e magnetici che possono interferire con il sonno. Gli specchi, potenti moltiplicatori dell'”energia vitale”, dovrebbero essere al massimo due; occorre evitare di metterli uno di fronte all'altro, per non creare una sovrabbondanza del Chi, e di collocarli ai piedi del letto: in Cina si ritiene che la nostra anima possa temporaneamente abbandonare il corpo mentre dormiamo, e se si vede allo specchio all'improvviso potrebbe “spaventarsi” e disturbare il nostro sonno. Come si e' visto per il soggiorno, anche nella camera da letto e' preferibile una luce soffusa, proveniente da lampade e abat-jour, rispetto alla luce unica centrale del lampadario: nel Feng Shui, la luce dal basso verso l'alto tende ad innalzare le vibrazioni dell'”energia vitale”, mentre quella dall'alto verso il basso tende a deprimerle. Per le pareti, sono indicati colori delicati e riposanti. Anche i quadri possono contribuire a creare un'atmosfera tranquilla nella camera da letto, specialmente se appesi a coppie della stessa misura: un'applicazione, questa, della tradizione cinese secondo cui due forze o elementi, opposti e complementari, permeano di se' tutto ciò che esiste e devono sempre essere in equilibrio fra loro: Yin, l'elemento femminile, più “morbido”, scuro e passivo, e Yang, l'elemento maschile, più “energico”, chiaro e attivo.

Fonte:www.solecase.it

Condividi questo articolo