La laringite acuta.

Autunno è ormai incominciato: il cambiamento del clima, le prime giornate uggiose cariche di umidità possono essere concause determinanti nello scatenare un attacco di laringite.


La Laringite è un'infiammazione dolorosa della laringe ed in particolare delle corde vocali. Le infezioni virali sono le cause più frequenti di laringite acuta che si possonono instaurare su una mucosa magari già infiammata da un tempo particolarmente umido o da inalazione di sostanze irritanti (fumo di sigaretta) o come conseguenza anche di una bronchite. La disfonia è il sintomo principale: la raucedine corrisponde ad un'alterazione della voce, mentre l'afonia è proprio un'estinzione della voce. I sintomi variano secondo la gravità dell' infiammazione: si avrà un semplice vellichio, secchezza, stimolo a raschiare la gola, fino a febbre, malessere generale, disfagia. Il riposo della voce e inalazioni di vapore arrecano sollievo e accelerano la guarigione.

ARUM TRIPHYLLUM ( il Pan di serpe a tre foglie) è indicato nelle laringiti con voce bitonale: il timbro della voce cambia continuamente; è un rimedio prediletto da attori, cantanti, oratori.

ARNICA(l'Arnica montana, delle Composite) serve quando l'infiammazione della laringe è una conseguenza di una fatica eccessiva delle corde vocali, dopo aver gridato o cantato troppo.

ARGENTUM METALLICUM (l'argento metallico) quando si ha la sensazione di avere una escoriazione in gola, dolori inghiottendo, tossendo o parlando; faringiti di cantanti e oratori. Tosse con espettorazione di mucosità dense, viscose, grigiastre.

ARGENTUM NITRICUM (il nitrato d'argento) è indicato invece quando si ha la sensazione di una scheggia piantata in gola col continuo bisogno di raschiarsi la gola.

RHUS TOXICODENDRON (il Sommaco Velenoso, delle Anacardiacee) nell'afonia che migliora parlando; la raucedine si ha solo all'inizio del discorso e via via migliora lentamente e progressivamente.

PHOSPHORUS (il Fosforo bianco) nel caso in cui la raucedine peggiora di sera: la laringe è molto dolente e rende difficoltoso il parlare.

CAUSTICUM quando invece si ha un peggioramento al mattino: dolori forti, afonia, fino a paralisi temporanea delle corde vocali; migliora bevendo acqua fredda.

Naturalmente bisognerà interpellare il medico per escludere un'infezione principale batterica o virale, come una bronchite o polmonite.

Fonte:http://guide.supereva.it/omeopatia/

Condividi questo articolo