LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI DOMESTICI

Il pericolo principale per la salute del bambino è rappresentato dagli incidenti che possono capitare in casa e fuori. I bambini sono inseriti in un mondo che spesso non è a loro misura, e sono quindi in netto svantaggio per la loro curiosità e la mancanza di esperienza. E' quindi indispensabile fare in modo che il bambino viva in un ambiente sicuro. L'ambiente domestico spesso racchiude pericoli sempre in agguato che, per abitudine o superficialità, si è portati a sottovalutare. I pericoli sono diversi a secondo dell'età del bambino, e durante la crescita nuovi pericoli si aggiungono, che si possono evitare con semplici regole di prevenzione.



Dalla nascita a 6 mesi.

Cadute.

Non lasciate mai il bambino solo in casa. Non lasciate mai il bambino solo su fasciatolo, divano, sedie, poltrone, letto. Se non si può tenerlo in braccio, mettetelo nel lettino a sponde alzate ( devono essere alte almeno 60 cm e devono avere un fermo di sicurezza) o nel box o su un tappeto a terra.
Ustioni.
Controllate la temperatura dell'acqua nella quale il bambino fa il bagno: non deve superare i 35° (una temperatura superiore potrebbe essere sgradevole o persino ustionare il bimbo).Quando tenete in braccio il bimbo, non trasportate mai contemporaneamente cibi o bevande bollenti, e neppure cucinate, perché il bambino potrebbe ustionarsi. In caso di ustione, immergete immediatamente la parte ustionata in acqua fredda.
Annegamento.
Non lasciate mai solo il bambino in vicinanza di vasche da bagno o recipienti con acqua: il bambino può annegare anche in poca acqua.
Soffocamento.
Non lasciate nel lettino grossi giocattoli di peluche, perché potrebbero essere causa di soffocamento. Non lasciate il bambino piccolo incustodito nel lettone perché potrebbe scivolare sotto le coperte e soffocare.
Ferite.
Non lasciate mai alla portata del bambino oggetti piccoli, appuntiti, taglienti, ( matite, penne, coltelli, forbici)
In auto.
Durante i viaggi in auto i bambini devono sempre sedere nei seggiolini omologati per auto e installati correttamente sempre sul sedile posteriore ( anteriormente esiste il pericolo dell'airbag).

Da 7 ai 12 mesi.

Bisogna tenere presente che a questa età il bambino comincia a gattonare, rotolare, stare seduto, camminare, quindi può essere capace di arrampicarsi per afferrare qualsiasi cosa.
Cadute.
Installate sempre cancelletti sulle scale e sulle porte, parapetti alle finestre e reti ai balconi con colonne e sbarre, perché il bambino potrebbe infilare la testa fra le colonne e non riuscire più a liberarsi. Mettete un riparo agli spigoli e ai mobili con sporgenze o elementi taglienti. Non lasciate sedie o sgabelli vicino a tavoli, ripiani, mobili, finestre, per evitare che il bambino vi salga e cada. Se il bambino comincia a camminare, si aggrappa a qualsiasi cosa per mantenere l'equilibrio, tra le quali gli sportelli del forno, della lavatrice, o ai radiatori a parete. Se il bambino usa il girello, state attenti alle cadute e alle scale e a qualsiasi gradino.
Ustioni.
Non lasciate mai tazze o piatti con bevande o cibi bollenti sui bordi del tavolo o di altri ripiani, perché potrebbero essere raggiunti dal bambino e rovesciati addosso: meglio sistemare le pentole e le padelle sul piano di cottura con i manici rivolti all'interno e usare i fuochi posteriori. Non tenete il bambino sulle ginocchia mentre bevete tè, caffè, o altre bevande calde. Mettete barriere protettive davanti ai camini e alle stufe quando sono in funzione. Tenete i bambini sempre lontani dai fornelli quando sono accesi. Attenzione a ferro da stiro, forno, tostapane, stufe, che trattengono calore anche se spenti. Proteggete ogni presa di corrente e ogni filo elettrico : mettete in casa un dispositivo “salvavita”.
Annegamento.
Dopo l'uso, svuotate sempre subito le vasche, i bidet, i catini, i secchi o qualsiasi recipiente con acqua. Togliete tutti i giocattoli dalla vasca per il bagnetto o dalla piscina dopo l'uso, per evitare che il bambino sia tentato d'andare a prenderli. Se avete una piscina, anche piccola di gomma o gonfiabile, sarà opportuno recintarla su tutti i lati, prima che il bimbo sappia camminare, in modo da evitare cadute accidentali in acqua.
Avvelenamenti.
Conservate sempre detergenti, prodotti chimici, medicinali, sigarette ( né intere né in mozziconi), fuori dalla portata del bambino. Conservate i prodotti nei loro contenitori originali, evitando di travasare cibi o bevande non commestibili in contenitori con altre etichette.
Soffocamento.
Non mettete nulla attorno al collo del bambino come nastri, catenelle o simili, perché possono provocare strangolamento. Non lasciate in giro piccoli oggetti ( es. giocattoli, biglie, bottoni, palline, monetine, pile a pastiglia) che possano essere portati alla bocca dal bambino e inalati. Non lasciate sacchetti di plastica a portata del bambino: potrebbe infilarci la testa e soffocare. Non lasciate in giro barattoli di talco: se inalato, può essere molto pericoloso.


                A CHI RIVOLGERSI IN CASO DI EMERGENZA

Il servizio 118 è il primo interlocutore in caso di incidente di qualsiasi tipo. Per quanto riguarda specificamente gli avvelenamenti, esistono i ” Centri Antiveleni” ( per es. Bergamo 035/269111 - 035/269111 presso gli OO.RR.; Milano 02/ 66101029): esponete sempre con calma e chiarezza i fatti.

Il decalogo della sicurezza.

1) mettete il bambino a dormire sulla schiena, mai a pancia in giù; usate culle e lettini a norma di sicurezza

2) non lasciate mai il bambino solo sul fasciatoio neppure per un attimo

3) controllate la temperatura dell'acqua del bagnetto ( non superiore a 35°);non lasciate aperto il rubinetto senza tenerlo sotto controllo.
Controllate anche la temperatura dei liquidi del biberon o della pappa

4) non lasciatevi distrarre dallo squillo del telefono o del campanello mentre il bambino è sul fasciatoio o nel seggiolone o nella vasca da bagno

5) quando il bimbo comincia a camminare, fate attenzione alla cucina a gas ( forno caldo, liquidi bollenti ecc)

6) fate attenzione ai mobiletti del bagno e della cucina in cui solitamente
tenete detersivi, abrasivi, solventi, insetticidi, medicinali ecc: controllate che siano sempre ben chiusi, che ogni prodotto abbia chiusura a prova di bambino. Non travasate liquidi tossici in normali bottiglie d'acqua

7) fate attenzione a non lasciare in giro per casa piccoli oggetti facili da portare alla bocca ( giocattoli, pastiglie, pile, sigarette ecc)

8) fate attenzione a scale, gradini, finestre basse, pavimenti troppo lucidi, prese elettriche, oggetti o mobili poco stabili

9) vestite il bimbo in modo adeguato, né troppo stretto, né troppo largo, né troppo leggero, né troppo pesante rispetto al clima esterno

10) in auto fate stare il bimbo sul sedile posteriore legato nel suo seggiolino, come dice la legge; non tenetelo davanti, né in braccio.

Dottor Pedrali Matteo

Fonte: www.matteopedrali.com

Condividi questo articolo