Lo specchio dei desideri

Psicoterapia ericksoniana ed eating disorders.


… e goccia dopo goccia,
nel tempo diventerò mare.
Gilberto Gamberini

Il dott. Gilberto Gamberini, psicoterapeuta ericksoniano di profonda sensibilità, indica un percorso di autoconsapevolezza, una proposta comportamentale per la soluzione definitiva degli eating disorders, imparando a volersi bene.

Sottolineando che l'idea di benessere psicofisico deve essere proiettata nel tempo, lo specialista invita a cambiare lo schema mentale che induce a perpetuare gli errori alimentari, bloccando su appagamenti fuggevoli ed effimeri.

“Il piacere di quel momento mi darà una sofferenza immensa che mi porterà ad una situazione limite di una non accettazione di me e di un conflitto con me stesso.

Il vero piacere, il piacere definitivo, continua nel tempo e si evolve nel tempo ed a volte occorrono sacrifici per ottenerlo, anche nel senso di cambiare qualcosa di noi, di quel noi che non ci fa avere niente di più di quello che abbiamo sempre ottenuto”, afferma il dott. Gamberini.

L'approccio ericksoniano è centrato sulla valutazione energetica della vita della singola persona nella sua originalità unica ed irripetibile e, quindi, la strategia terapeutica è calibrata non sul problema, bensì sull'individuo, senza ansie per eventuali sbagli.

“I nostri errori ci consentiranno di fare meglio le cose che faremo dopo, noi non siamo mai un errore, ma meravigliose potenzialità nascoste.
Ogni giorno sarà una conquista in più.
Lo specchio dei desideri può essere l'inizio della soluzione”.

Fonte:www.supereva.it

Condividi questo articolo