Macchie intrattabili

Purtroppo non basta un colpo di vento per toglierle dai tessuti. Ma i prodotti specifici da aggiungere in lavatrice o spalmare sui capi servono poco. Il miglior detersivo, il più efficace,allaprova contro le macchie ostinate, alza bandiera bianca. Tensioattivi e sbiancanti, pur presenti nei detersivi per lavatrice, faticano contro lo sporco più resistente, come quello, ad esempio, di singole macchie. Allora perché non ricorrere a un prodotto specifico? Di smacchiatori in commercio ce ne sono quanti ne volete. E li abbiamo provati.

Purtroppo, come dimostra il nostro test, neppure questi professionisti, o presunti tali, delle macchie sono efficaci. Per questo motivo in tabella non troverete un Miglior Acquisto nè un Migliore del Test.

Cosa c'è dentro

Gli smacchiatori offerti sul mercato si dividono in pretrattanti, da spalmare sulla singola macchia prima del lavaggio, e additivi, proposti da aggiungere al bucato. Questi ultimi contengono tensioattivi, sbiancanti e alcuni enzimi, sostanzialmente non discostandosi molto dalla formula dei normali detersivi.

La composizione dei pretrattanti può invece variare molto e dipende dal tipo di utilizzo proposto: quelli universali, per tutte le macchie, hanno una composizione simile agli additivi, mentre i prodotti destinati a macchie specifiche hanno un'elevata quantità di tensioattivi e contengono solventi organici.

Additivi: inutili

Dal nostro test emerge che gli additivi da aggiungere al ciclo di lavaggio non servono. Se osservate i risultati in tabella, nella colonna che racchiude la valutazione complessiva, trovate che nessuno di questi prodotti raggiunge la sufficienza. Nessuna “patacca” se ne va, insomma. Se usate solo il detersivo, otterrete gli stessi risultati.

Aumentare la temperatura di lavaggio potrebbe migliorare l'efficacia dello smacchiatore? La risposta è no. Selezionare una temperatura di 40°C o 60°C non aiuta a togliere le macchie, ma sicuramente consumerete più energia elettrica.

Pretrattanti: scarsi

& lt;P>I prodotti pretrattanti hanno dato qualche risultato, come si vede nel nostro test. Almeno nel giudizio complessivo, in tre raggiungono la sufficienza. Per ottenere questo risultato abbiamo applicato lo smacchiatore sulla macchia, senza diluirlo con acqua. Tuttavia, nessuno ottiene risultati tali da meritare un giudizio di qualità buona. Per completezza, segnaliamo che in commercio esistono anche prodotti proposti per specifiche macchie o per gruppi di macchie (ossidabili, proteiche, vegetali e così via), ma noi non li abbiamo testati.

Non spendete soldi inutilmente

Abbiamo voluto fare un calcolo di quanto si spende in un anno, se si aggiunge al lavaggio in lavatrice, tre volte alla settimana, una dose di additivo smacchiante, nella quantità raccomandata dal produttore. Tenetevi forte: escono dal vostro portafoglio ben 50 euro. Tutti soldi che potete tranquillamente risparmiare, visti i risultati. Con i pretrattanti, perlomeno, se ne usa meno: lo smacchiatore va infatti applicato in piccola quantità solo sulle macchie e possiamo verifìcare subito dopo il lavaggio se ha svolto bene il suo lavoro. In questo caso è più difficile fare un'ipotesi di spesa annua perché molto dipende da quanti spruzzi o applicazioni si fanno durante la settimana. Però, aggiungiamo qualche altra considerazione: comunque si tratta di acquistare un prodotto in più, cioè plastica in più, che prima o poi andrà smaltita a carico dell'ambiente.

Inoltre si tratta di introdurre nell'ambiente ulteriori sostanze chimiche, che finiranno nei nostri laghi, mari e fiumi, e inevitabilmente verranno a contatto anche con noi. Non vogliamo dire che si tratta di prodotti particolarmente dannosi. Però, sicuramente, sono scarsamente utili. Insomma, non ne consigliamo l'acquisto: ne degli uni, ne degli altri.

ADDITIVI

Possono essere liquidi, gel o in polvere e vanno aggiunti nel cassettino della lavatrice insieme al detersivo. Agiscono durante il ciclo di lavaggio. Dal nostro test risulta che, con o senza, i risultati non cambiano.

PRETRATTANTI

Vanno usati prima di lavare il capo. Spesso sono in gel o liquido da spruzzare direttamente solo sulla macchia oppure in roll- on da strofinare. Qualche risultato si ottiene, ma scarso.

Rimedi naturali e chimici

Le macchie più comuni e i rimedi per toglierle, sia naturali sia chimici. Abbiamo fatto solo alcuni esempi per ogni tipo di macchia.

GRASSO: SAPONE

Spalmate un po' di sapone di marsiglia o detersivo per piatti sulle macchie di burro, olio, rossetto (sporco grasso) e poi lavate in lavatrice, Oppure subito un po' di borotalco, da spazzolare via quando ha assorbito l'unto.

PROTEINE: ENZIMI

Latte, cioccolato, uova, sangue: queste macchie proteiche hanno bisogno di essere sciacquate subito in acqua fredda ed eventualmente pretrattate con un prodotto contenente enzimi.

VERNICI: TINTORIA

Vernice, deodorante, inchiostro, colla: il modo più sicuro è far trattare queste macchie diverse in tintoria. Il lavaggio a secco può dare qualche risultato.

VEGETALI: Ossigeno Pomodoro, vino, caffè, arancia: queste macchie vegetali scompaiono con una candeggina delicata, perborato o percarbonato di sodio in polvere.

Piccoli trucchi

Alcuni piccole astuzie possono migliorare i risultati del bucato e aiutarvi a togliere le macchie.

1) Non lavate a caldo macchie proteiche come il cioccolato o il sangue: l'acqua calda fissa questo tipo di macchia al tessuto. Meglio sciacquare prima a lungo con acqua fredda.

2)& lt;/B> Quando stendete il prodotto pretrattante su entrambe la parti del tessuto per aumentare l'efficacia.

3) Se usate un additivo come pretrattante, non lasciatelo sulla macchia per più di 15 minuti.

4) Sarebbe meglio agire contro le macchie quando sono fresche, si ottengono risultati migliori.

TABELLA COME LEGGERLA

Contenuto reale

Ci sono tre giudizi pessimi in tabella: significa che il contenuto dichiarato in etichetta non corrisponde a quello verificato da noi. Sporco grigio si tratta dello sporco causato, ad esempio, dal sudore su colli e polsini. Nessun additivo è efficace:, anzi lavando solo con il detersivo si ottiene lo stesso risultato. Con due pretrattanti invece lo sporco va via meglio.

Macchie grasse Olio solare, rossetto, burro, olio d'oliva: pollice verso per gli additivi, ma poco efficaci anche i pretrattantl.

Macchie proteiche cioccolato, sangue, uova: solo un additivo migliora il risultato del detersivo. Due pretrattanti sono efficaci.

Macchie vegetali vino, caffè, tè, frutta e verdura, salsa di pomodoro ed erba. I pretrattanti qui sono abbastanza efficaci.

Macchie specifiche vernice, inchiostro, deodorante e colla; è la prima volta che testiamo queste macchie solo due prodotti arrivano alla sufficienza.

Fonte: www.altroconsumo.it

Condividi questo articolo