Margherita

Descrizione: La Margherita è fornita di un rizoma corto da cui, durante la stagione autunnale, si sviluppano alcune rosette di foglie che nella primavera successiva producono dei fusti semplici o ramificati alti fino a un metro. Le foglie sono di varie forme con margine dentato o inciso. I fiori sono riuniti in capolini di alcuni centimetri di diametro. Vi sono due tipi di fiori: quelli periferici dotati di una lunga ligula bianca che termina all'apice con due o tre denti, e quelli interni gialli che hanno una corolla tubulare divisa invece all'apice in cinque piccoli lobi.



Dove si trova La Margherita è comune dal mare alla zona alpina nei luoghi erbosi, nei prati e nei campi; è anche coltivata come pianta ornamentale.

Parti utilizzate: Della Margherita si raccolgono i capolini di questa pianta all'inizio della fioritura, in maggio e in luglio, recidendoli senza il peduncolo, e si conservano in recipienti di vetro o porcellana dopo averli fatti essiccare all'ombra in un luogo aerato.

Proprietà: I fiori della Margherita hanno proprietà tossifughe (calmano la tosse), antispasmodiche (calmano gli spasmi), astringenti (riducono la secrezione dei tessuti).
Infatti, mediante infuso, possono essere utilizzati per calmare la tosse, i dolori addominali dovuti a coliche intestinali e per regolare e stimolare il ciclo mestruale.
Mediante sciacqui, gargarismi, lavaggi, possono essere utilizzati come astringenti e lenitivi nel caso di abrasioni, piccole scottature, infiammazioni di bocca, gola e gengive.
Può essere usata nella cosmesi per normalizzare le pelli grasse, impure, con pori dilatati.

Preparazioni e uso:
Uso interno:
Come sedativo della tosse e dei dolori addominali.
Infuso: 2 g di fiori in 100 ml di acqua.
Una o due tazzine all'occorrenza. Uso esterno:
Come astringente della cute, delle mucose, lenitivo di infiammazioni e scottature.
Infuso: 5 g di fiori in100 ml di acqua.
Fare sciacqui e gargarismi, lavaggi, applicare compresse imbevute di infuso sulle zone interessate.

tratto da:www.fontanarossa.net

Condividi questo articolo