Nuova economia domestica. L'arte del riciclo in cucina

Se avete una famiglia numerosa (almeno due figli) avrete anche abbondanti avanzi. Che farne? Sembra incredibile, ma le vecchie tecnologie del riciclo sono pressoché ignote ai giovani.

 E invece basta passare al tritacarne (altro strumento in disuso) i resti di arrosto, lesso eccetera, impastarli con patate bollite schiacciate, uova intere, formaggio grattugiato, prezzemolo tritato, formare delle palle, infarinarle, friggerle e, oplà, ecco delle polpette squisite. Più difficili gli avanzi di pesce, eppure… Radunateli ben diliscali su un piallo, sminuzzateli. mischialeli a capperi e prezzemolo tritati: poi scaldate olio, aglio e peperoncino in una padella unite il misto di pesce e fateci saltare gli spaghetti: squisito! In frigo languiscono sedani, pomodori e carote quasi in coma, vecchie cipolle, esauste zucchine? Fateli a pezzi, unite una scatola di pelati. una foglia d'alloro, grani di pepe, uno spicchio d'aglio, prezzemolo, timo, e mettete a cuocere. Quando sono teneri, passateli al passaverdura e rimettete il sugo a “stringere'' sul fuoco. Se è tanto, conservatene una parte in freezer. Riscaldalo e condito con sale, olio crudo e un trito d'aromi è eccellente con qualunque pasta. Il pane secco? Ammollatene 1/2 chilo in latte tiepido, strizzatelo e unite due tuorli, 100 grammi di uvetta, 50 grammi di pinoli, la scorza grattugiata di 1/4 di limone, 50 grammi di burro morbido. 200 grammi di zucchero, 50 grammi di cacao e un cucchiaio di cognac. Impastate bene e infornate in una tortiera di 26 centimetri di diametro, per un'ora, a 175 gradi. A merenda non c'è niente di più buono.

Mini dispensa

Per poter riciclare gli avanzi serve una dispensa di base. Dunque: farina, maizena, fecola, aromi, spezie (nelle polpette il tocco in più è una grattatina di noce moscata), capperi, pepe in grani, latte (mai provato la pasta gratinata con sugo di resti di formaggio spezzettati e fusi a bagnomaria in due cucchiai di latte, poi incorporato a burro soffritto con salvia, aglio, rosmarino, pepe e parmigiano grattugiato?), dadi, salsa di soia, peperoncino, cacao. Meno utili le salse pronte classiche: worcester, ketchup, tabasco, senape, kren. Per insaporire salse casalinghe da accompagnare ai resti di carne fredda o pollo, meglio la senape in polvere, la radice di rafano fresca, la paprica forte.

Maria Giulia Minetti

(Casa idea)

Condividi questo articolo