Occhio al tessuto prima di…

Attenzione al tipo di tessuto prima di lavarlo. Non possono essere trattati tutti allo stesso modo: lana e seta non sono uguali, i detersivi agiscono diversamente sui vari tessuti, i cicli di lavaggio vanno differenziati, non è consigliabile centrifugare tutto, etc…



Qualcosa su lana e seta, per esempio:

Se vogliamo evitare, sulla lana, che si formino le classiche “palline” può essere sufficiente rivoltare i capi prima di lavarli;

Se un capo in seta si è un po' ingiallito proviamo a risciacquarlo con acqua fredda, dove abbiamo aggiunto del latte e qualche goccia di acqua ossigenata.

Se il lavaggio riguarda tessuti:

Acrilici
si possono lavare in lavatrice, ma a bassa temperatura, e comunque sempre occhio all' etichetta.

Chachemire

non mescolate questi capi con altri indumenti. Lavateli con acqua fredda e scaglie di sapone. Sciacquare bene, ma senza strizzarli..

Fustagno
si possono lavare sia a mano che in lavatrice, ma occhio sempre all'etichetta. Lavate con il tessuto rivoltato.

Jeans
conviene sempre lavarli con il tessuto rivoltato. Ma attenzione: non lavateli con altri capi fino a che non siete sicuri che non cedono colore.

Seta
è consigliabile un lavaggio a mano ed in acqua tiepida. Se è possibile metterli in lavatrice, utilizzare un ciclo delicato.

Lino
prima di lavare, a mano o in lavatrice, è consigliabile verificare la tenuta dei colori.

Lana
seguite sempre le indicazioni riportate sull'etichetta, in quanto alcune lane si possono lavare in lavatrice mentre altre solo a mano.

Avete dei dubbi su un capo che può cedere colore?
Mettete il capo tra due pezzi di tela bianca e stirate un lembo con molto vapore. Se la tela viene macchiata è certamente un capo delicato, da lavare separatamente a mano o addirittura è consigliabile portarlo in lavanderia.
Se un indumento si è stinto ed ha ceduto il colore a tutto il carico della lavatrice, forse possiamo rimediare. Bisogna rifare subito il lavaggio usando il perborato invece del detersivo.
Ma al di la delle nostre esperienze personali è meglio sempre controllare bene l'etichetta del capo prima di decidere come lavarlo.
Se si sceglie di lavarlo in lavatrice o a mano leggiamo con attenzione i simboli che devono essere sempre riportati sull'etichetta stessa.

Com'è consigliabile dividere i capi in lavatrice.
E' molto importante utilizzare bene la lavatrice e selezionare le corrette temperature di lavaggio. Leggete con attenzione il libretto di istruzioni della lavatrice stessa. E…buon ciclo di lavaggio!

E' sempre consigliabile, comunque, seguire questi consigli:
- lavare i capi bianchi sempre da soli;
- separare i capi colorati da quelli chiari;
- controllare che le tasche siano vuote;
- chiudete cerniere e bottoni;
- rovesciate quei capi che possono perdere peli;
- allacciare lacci e nastri;
- è più che sufficiente una temperatura di 30° per i tessuti delicati e colorati;
- per i capi bianchi o chiari, aggiungete della candeggina nella vaschetta del detersivo, sarà più facile così averli bianchi e ben smacchiati;
- si può benissimo evitare il ciclo di prelavaggio se i capi non sono molto sporchi;
- grazie ai detersivi concentrati, oggi in commercio, non sempre è necessario lavare a 90°.

Condividi questo articolo